“Devo operarmi, ci vediamo tra un po’”. L’annuncio di Michael Bublè scuote in fan di tutto il mondo. Show e concerti cancellati


 

Brutte notizie per Michael Bublè. Il popolare cantante canadese di origine italiane, si dovrà sottoporre a un intervento alle corde vocali. Non è certo il primo cantante famoso a doversi sottoporre ad un intervento chirurgico alle corde vocali, prima di lui, in un tempo abbastanza recente era toccato Meghan Trainor, Sam Smith e ultima Adele.

(continua dopo la foto)








 

È stato lo stesso artista 40enne, entrato nel cuore delle persone con le sue interpretazioni di canzoni natalizie, ad annunciarlo ai fan attraverso un post pubblicato su Twitter intitolato «Messaggio da Michael», con una foto che lo ritrae piuttosto appesantito. «Voglio che sappiate che sto cancellando alcuni dei prossimi show a causa di un intervento urgente alla gola al quale dovrà seguire un periodo di totale riposo e recupero – scrive – Non parlerò né canterò per un po’ ma i dottori mi hanno assicurato che mi riprenderò completamente. Grazie in anticipo per le vostre preghiere e per gli auguri. Vi terrò aggiornati sui progressi».

(continua dopo la foto)




Tra i tanti concerti annullati, Bublé è particolarmente «amareggiato» per la sua deiezione al Canadian Governor General Performance Award Gala del prossimo 11 giugno, dove avrebbe dovuto ricevere un premio. Il 40enne è stato costretto ad annullare anche la sua partecipazione al Marvin Gaye tribute, che si terrà presso il Kennedy Center di Washington D.C. Il 5 giugno. Affermatosi inizialmente come interprete e definito l’erede di Frank Sinatra, fin dall’album It’s Time ha dimostrato di possedere doti di autore, grazie alla ballata Home.

 

(continua dopo la foto)


In seguito scriverà Lost (ispirato dalla situazione sentimentale con l’attrice Debbie Timuss) edEverything (ispirata anche questa volta da un’altra ex-fidanzata, Emily Blunt), entrambe contenute nell’album Call Me Irresponsible. Importante nella sua carriera, il sodalizio con il pianista Alan Chang, con il quale ha scritto tutte le sue canzoni ad esclusione di After All, che vede la collaborazione di Bryan Adams. Diverse delle canzoni composte da lui hanno raggiunto i primi posti in classifica, a dimostrazione del suo sconfinato talento.

 

Il dramma del “big” della musica italiana: “Devo operarmi”. E tra i fan scatta subito la preoccupazione. Parliamo di lui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it