“Dipendente dalle droghe”. Poche settimane fa, il web pullulava di immagini di lei in forma smagliante, bellissima, addirittura ringiovanita. Ora, però, emergono particolari agghiaccianti della sua vita. Possibile? Ecco chi è la diva al centro del gossip


 

Ancora guai per Britney Spears. Nonostante tutti i suoi tentativi volti a dare un’immagine di sé serena e di nuovo in pista, la pop star è ancora una volta sui tabloid di mezzo mondo per un motivo veramente spiacevole. Infatti, secondo quanto riporta il sito americano TMZ, la Corte d’Appello della California ha affermato che la cantante nel 2007 era dipendente da droghe. Questa dichiarazione è arrivata a seguito di una battaglia legale che la cantante sta portando avanti da 10 anni contro il suo ex amico e manager Sam Lufti, che la accusa di non averlo pagato. I nuovi documenti mostrano qual era la condizione della cantante durante il biennio 2007-2008 con un paio di rivelazioni molto imbarazzanti sulla sua vita privata. La Corte ha ricostruito anche la vicenda professionale della Spears e di Lufti.

(Continua a leggere dopo la foto)







Divorzio, affidamento dei figli e droga. Un periodo veramente tosto

Nella ricostruzione fatta dai giudici, viene fuori uno spaccato di vita molto difficile per la cantante e proprio in quel frangente ha incontrato Sam Lufti.  La Spears, infatti, stava divorziando, lottando per la custodia dei suoi figli e anche contro i suoi familiari. I giudici hanno anche aggiunto che la cantante ‘stava combattendo contro abusi di droga e che l’ex manager aveva avvertito che avrebbe lavorato con lei solo nel momento in cui avesse cominciato un percorso di disintossicazione. Il Daily Mail a tutto ciò aggiunge il racconto di una notte passata dalla Spears in un parcheggio, dopo aver saputo che i figli sarebbero stati affidati all’ex marito Kevin Federline. Proprio in quel momento sembra che la pop star chiamò Lufti “perché era l’unica persona di cui si fidava”.

(Continua a leggere dopo la foto)




Il processo contro Sam Lufti

Secondo i giudici l’uomo accettò il lavoro solo ad alcune chiare condizioni. Primo, che gli permettesse di mettere su una squadra di lavoro, secondo che smettesse di abusare di sostanze e terzo che il 15% dai suoi proventi andasse a lui. Quest’ultima cosa non è mai accaduta e per questo è iniziata questa lunga causa. 

In mezzo a tutti questi disastri, solo quando il padre di Britney Spears è diventato amministratore del suo patrimonio, la situazione è cambiata in meglio. E così la cantante ha ripreso la sua carriera e ha potuto di nuovo riprendere il rapporto con i figli. 

 

Britney photoshoppata, ecco le immagini di come è cambiata negli anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it