Grave lutto nel mondo della musica. Addio a lui, l’artista che ci ha fatto sognare e ballare con brani indimenticabili


 

Un’altra perdita nel mondo della musica. Se n’è andato a 81 anni Billy Paul, a causa di un tumore al pancreas. Il cantante che ha fatto la storia del “Rhythm and blues” è diventato leggenda, facendo sognare e ballare intere generazioni con il capolavoro “Me and Mrs. Jones”, il brano che lo ha consacrato nel 1972 , restando per settimane in vetta alle classifiche statunitensi. La canzone gli è valsa un Grammy Award e il disco di platino con oltre due milioni di copie vendute.

(Continua a leggere dopo la foto) 







Billy Paul, che la settimana scorsa era stato ricoverato al Temple University Hospital, è morto domenica nella sua casa di Blackwood, nel New Jersey, come ha riferito il suo manager Beverly Gay.  

Il cantante iniziò la sua carriera a 12 anni a Philadelphia, dove è cresciuto, partecipando a diversi programmi radiofonici e frequentò la Temple University, la West Philadelphia Music School e la Granoff School of Music. La sua popolarità con il passare degli anni è cresciuta sempre di più, tanto da portarlo ad esibirsi in molti locali e Università degli USA. Ha avuto la possibilità di esibirsi in concerto con artisti come Charlie Parker, Dinah Washington, Nina Simone, Miles Davis, The Impressions, Sammy Davis Jr. e Roberta Flack.

Dopo la permanenza nell’esercito nel 1957, insieme ad altri colleghi musicisti come Elvis Presley e Gary Crosby, figlio di Bing Crosby, prosegue la carriera, pubblicando il primo dei suoi 16 album, “Feelin’ Good At The Cadillac Club” nel 1968, per concludere la sua parabola discografica venti anni dopo, nel 1988, con “Wide Open”. Ma il successo internazionale è arrivato con il suo secondo album, “360 Degrees Of Billy Paul”, che conteneva l’immortale “Me and Mrs. Jones”.

 

 Grave lutto nel mondo della musica. Addio a lui, artista che ha emozionato il mondo. È morto sul palco!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it