Prince, mentre tutti aspettano di scoprire la causa della morte, un’indiscrezione fa il giro del mondo in poche ore: ecco cosa conterrebbe la cassaforte dell’artista… “Un’eredità non da poco e per tutti noi”


Si è spento a 57 anni e da quel momento il mondo ha capito che nulla, nel panorama musicale internazionale, sarà più come prima. Un po’ come successe per David Bowie e Lemmy Kilmister, il frontman dei Motorhead. E anche se gli stili sono completamente distanti uno dall’altro, l’analogia dell’incolmabile vuoto è tristemente simile.

Ora dovrebbe essere il momento del cordoglio, invece il mondo smania di scoprire le cause del decesso del “folletto di Minneapolis”. E anche se l’ipotesi più probabile sembrerebbe strettamente connessa ad alcune complicazioni dovute a un’overdose, alcuni particolari riguardo la sua eredità fanno già discutere. Una vera e propria sorpresa per i fan.

(continua dopo la foto)



Migliaia di canzoni inedite, sufficienti per un album all’anno per cento anni: è questo il tesoro che sarebbe custodito in una cassaforte nel seminterrato di Paisley Park, il compound-studio di Prince al quale nessuno ha accesso. Secondo Cnn, che cita una vecchia intervista a un suo collaboratore, il 70% della sua musica non è stata pubblicata e anche se ha venduto oltre 100 milioni di copie. Sembra che la sua musica migliore sia custodita nella famoso ‘vault’. Resta il mistero su chi erediterà il tesoro, visto che non aveva né moglie né figli. Quello che succedà ora nessuno lo sa. Dovremo aspettare prima di capire se il genio ha lasciato al mondo questa meravigliosa (ne siamo già sicuri) eredità culturale. E riguardo a chi ne beneficerà (eventuali profitti e così via) poco importa, l’importante è donarle alla cultura generale del mondo.

 

 ”Altro che influenza, ecco perché Prince era stato ricoverato”. Poco dopo la morte della popstar, spunta un brutto retroscena su quella corsa in ospedale di una settimana fa