“Nessuno se lo aspettava…”. Eppure è successo a Claudio Baglioni. A Sanremo


Ascolti in calo per il Baglioni bis. La prima serata di Sanremo 2019 è stata seguita in media da 10.086.000 telespettatori con il 49,5% di share. Lo scorso anno la media della prima serata della kermesse era stata di 11.603.000 telespettatori e del 52,1% di share. La prima parte della serata inaugurale (dalle 21.16 alle 23.56) ha ottenuto un ascolto di 12.282.000 telespettatori con il 49,4% di share.

Lo scorso anno, la prima parte dell’esordio di Sanremo 2018 (dalle 20.43 alle 23.47) aveva ottenuto 13.776.000 telespettatori con ascolti pari al 51,4% di share ma aveva ospitato nella prima mezz’ora Fiorello. La seconda parte della serata di ieri (dalle 0.01 all’1.14) è stata vista da 5.120.000 telespettatori con il 50,1% di share. Mentre lo scorso anno la seconda parte della serata d’esordio aveva ottenuto 6.619.000 telespettatori con il 55,3% di share.Inoltre la prima serata televisiva di ieri ha registrato una contrazione della platea di oltre 1 milione di telespettatori. Continua dopo la foto



Gli ascolti di ieri sono analoghi a quelli dell’esordio del Carlo Conti bis del 2016, quando la media della prima serata del festival fu di 11.134.000 telespettatori con il 49,48% di share. Nonostante il calo il debutto del Festival ha comunque consegnato a Rai1 gli ascolti del prime time di ieri. Una esordio, insomma, non proprio indimenticabile. Nella prima serata del Festival non sono infatti mancate le gaffe. Ingenua quella di Claudio Bisio che, all’arrivo di Andrea Bocelli, ha introdotto il cantante salutandolo con un cenno della mano. Continua dopo la foto


Ha fatto storcere il naso invece la frase pronunciata durante il monologo sul palco dell’Ariston. “Passerotto non andare via è una presa di posizione chiarissima, un’esortazione agli immigrati a restare qui – ha detto il comico – e l’ha detto 30 anni prima che arrivassero. Con l’aggravante che è stato lui a fargli venire l’idea. E’ lui che li ha sobillati, loro non ci pensavano nemmeno stavano belli lì paciarotti, con il pentolone, a cantare hakuna matata”. Continua dopo la foto


 


Quest’ultima frase non è piaciuta molti. Anche lo spin doctor di Matteo Salvini, Luca Morisi, si è lanciato all’attacco su Twitter: “Il monologo ‘anti-razzista’ di Bisio a #Sanremo2019: ecco come immagina lui gli africani, ‘col pentolone a cantare Hakuna Matata’. Per fortuna che era anti-razzista…”.

Fa discutere anche la papera di Virginia Raffaele. Commentando i tweet ironici sulla sua giacca, Bisio ha scherzato: “La mia costumista ha lavorato con i Casamonica”. A quel punto è intervenuta Raffaele che si è lasciata sfuggire “Salutiamo i Casamonica” per scusarsi subito dopo: “Ora mi denunciano”. “‘Salutiamo i Casamonica. E la polemica è servita, già alla prima serata”, si legge in un post su Twitter. Qualcuno difende Virginia Raffaele affermando che “in un mondo capace di riconoscere il sarcasmo, la battutata avrebbe scatenato una standing ovation”. C’è poi chi invita a non farne un caso, visto che la stessa presentatrice si è accorta immediatamente di ciò che aveva detto.

“Che i Casamonica possano diventare sul palco dell’Ariston oggetto di battuta come i Cesaroni o i Rossi è una leggerezza assai grave. Son convinto che tornando indietro la conduttrice di Sanremo non ripeterebbe l’errore. La Mafia non va normalizzata. La Mafia va asfaltata”, scrive su Twitter il presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra.

Ti potrebbe anche interessare: Belen e Stefano, la foto ‘rubata’ è pazzesca. Beccati così (e il gossip vola)