Musica in lutto: addio a Charles Aznavour. La sue canzoni hanno fatto la storia


 

Il mondo della musica piange uno dei suoi interpreti maggiori. Il cantautore e attore di origini armene Charles Aznavour, 94 anni,  è morto. Nato a Parigi nel 1924, da immigrati di origine armena, Shahnour Vaghinagh Aznavourian, in arte Charles Aznavour, debutta a teatro come attore di prosa. Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo porto’ in tournee in Francia e negli Stati Uniti, si mette in luce come cantautore. Ma il riconoscimento mondiale arriva nel ’56 all’Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie: uno strepitoso successo che gli permetterà di entrare nella storia degli chansonnier francesi. Quattro figli, nonno felice, vive a Saint-Sulpice, sulle rive del Lago Lemano, con la moglie Ulla che sposò 47 anni fa. Di pari passo con l’attività artistica, Aznavour si è sempre battuto per la causa Armena, con una fitta attività diplomatica e anche diventando ambasciatore dell’Armenia in Svizzera, dove si esiliò negli anni Settanta per problemi con il fisco francese. (Continua a leggere dopo la foto)



È stato insignito della Legion d’Onore per il lustro dato alla Francia, è ambasciatore dell’Armenia in Svizzera dal 12 febbraio 2009. Aznavour cantava in sei lingue e ha venduto oltre 300 milioni di dischi nel mondo. La maggior parte delle oltre 1.000 canzoni scritte e cantate di Aznavour parlano d’amore. Alla base del suo rapido successo mondiale c’è sicuramente il fatto di essere poliglotta: Aznavour canta infatti in lingua francese, inglese, italiana, spagnola, tedesca e russa. (Continua a leggere dopo la foto)


All’attività di cantautore Aznavour ha affiancato una carriera di attore di tutto rispetto che lo ha portato a recitare in oltre 60 pellicole: l’esordio arriva nel 1960 in “Tirate sul pianista”, di François Truffaut. Altre partecipazioni da ricordare sono “And then there were none” (1974, tratto da un romanzo di Agatha Christie) e “Ararat” (2002, del regista armeno Atom Egoyan). Noto con il soprannome di Charles Aznavoice, ma anche detto il “Frank Sinatra della Francia”, ha dato lustro alla Francia ed è stato insignito della Legion d’Onore. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Tra le innumerevoli star internazionali con cui ha duettato ricordiamo Liza Minnelli, Compay Segundo e Celine Dion. In Italia ha collaborato con Iva Zanicchi, Mia Martini e Laura Pausini. Spesso impegnato per azioni umanitarie e raccolte benefiche, moltissimo ha fatto per l’Armenia, suo paese d’origine: dal 1995 è Ambasciatore itinerante dell’ Armenia presso l’Unesco, dal 2004 è Eroe nazionale dell’Armenia, dal 2009 è ambasciatore dell’Armenia in Svizzera.

Giuseppe Balboni: trovato morto in un pozzo. La terribile verità