“Mi hanno bruciato l’auto, forse a qualcuno danno fastidio le mie canzoni”. Il drammatico sfogo dell’amato cantante: “Devo fuggire?”


 

La sua auto bruciata proprio nella località in cui vive, a Faibano di Camposano. La rabbia per la brutta sorpresa al ritorno. E un post su Facebook in cui denuncia l’accaduto, puntando il dito contro i responsabili del gesto. Protagonista della vicenda il rapper Clementino, vincitore nel 2015 di un disco d’oro sulla scia del successo del singolo ‘O vient.

(Continua a leggere dopo la foto)








 

Il fatto increscioso è avvenuto la scorsa notte, e ancora non si conosce l’identità degli autori del rogo. A denunciarli è stato proprio l’artista, che infuriato ha deciso di lanciare sui social network un messaggio pieno di frustrazione. “Eccomi qui – scrive Clementino, all’anagrafe Clemente Maccaro – Visto il lavoro che faccio non sono abituato a stare zitto , piuttosto mi faccio ammazzare. Ho pensato: ‘Che faccio, posto le foto? E poi? Cosa succederà?’. Ma il coraggio deve far parte della mia vita altrimenti non si va avanti. Bene”.

“L’altro ieri notte fuori casa mia a Faibano – prosegue il rapper – mi hanno bruciato l’auto. Io non ho debiti con nessuno e non ho mai fatto male a nessuno e quindi mi chiedo: perché? Forse perché non ho fatto qualche collaborazione musicale a qualcuno? Può essere. Forse perché nella mia regione tutti mi vogliono bene perché canto per questo popolo e fa girare il cazzo a qualcuno? Può essere”.




“La mia unica colpa – conclude – è quella di essere forse troppo disponibile con tutti (chi mi conosce lo sa!) forse la mia colpa è quella di appartenere ad una famiglia di brava gente. Boh? Questo è il ringraziamento per aver sempre cantato in nome del mio popolo, per aver rappresentato il disagio della mia città attraverso la musica (e anche tra qualche giorno a Sanremo). Cosa devo fare?  Devo andare ad abitare lontano per scappare da questa giungla? Ditemi il vostro parere amici”.

 

Eccomi qui!Visto il lavoro che faccio non sono abituato a stare zitto , piuttosto mi faccio ammazzare…Ho pensato …..

Posted by Massimo Drenaggio on Mercoledì 20 gennaio 2016

Parole durissime, pronunciate da un artista che con la sua musica ha portato Napoli in cima alle classifiche di vendite musicali e proprio per questo, forse, non si aspettava di subire una simile cattiveria.

Black bloc, il proprietario dell’auto del selfie: “Me l’hanno bruciata e devo pure pagare”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it