”È morto improvvisamente per un attacco cardiaco. I nostri cuori sono spezzati”. Se ne va una leggenda nel mondo della musica…


 

Se ne va una leggenda del soul americano. È morto a causa di un infarto Otis Clay. Aveva 73 anni. La triste notizia arriva via Facebook con un post pubblicato sulla pagina dell’artista: ”La Heart & Soul è molto triste di annunciare che Otis Clay è scomparso improvvisamente per un attacco cardiaco nella serata dell’8 gennaio 2016. I nostri cuori sono spezzati. Vi chiediamo di pensare alla famiglia di Clay nelle vostre preghiere”. Dopo la perdita di Natalie Cole, figlia d’arte e grandissima artista jazz, e quella di Lemmy Kilmister dei Motorhead, la musica internazionale sta vivendo un periodo nero. Clay, anche se forse meno noto dei due artisti sopra citati, era un simbolo della scena blues e R’n’B, e infatti, nel 2013, si è meritato un posto nella Blues Hall of Fame.

(Continua a leggere dopo la foto)







Classe 1942, era nato a Bolivar County, in Mississippi, ma si era trasferito ancora bambino con la sua famiglia nell’Indiana. Tornato nel suo paese d’origine, aveva iniziato a cantare facendo musica gospel con diversi gruppi, incidendo anche dei dischi. A metà anni ’60 la svolta: firmò con l’etichetta di Chicago ‘One-derful! Records’ per esordire, nel 1967, con le hit ‘That’s How It Is (When You’re In Love)’ e ‘A Lasting Love’. Nel 1971 nasce il sodalizio con con Willie Mitchell, produttore di Al Green, che generò il più grande successo di Clay, ‘Trying to Live My Life Without You’.

Ha realizzato anche una bellissima cover di ‘Wild Horses’ nei disco tributo ai Rolling Stones Paint it Blue del 1997 e una di Piece of My Heart, portata al successo da Janis Joplin. Nel 2008 la nomination ai Grammy per ‘Walk a Mile in My Shoes’ e di recente, nel 2014, è apparso nel documentario musicale dedicato alla scena di Memphis ‘Take Me to the River’. La sua scomparsa ha gettato nello sconforto colleghi e amici. Numerosissimi i messaggi di affetto e di cordoglio lasciati sulla pagina social dell’artista.

Potrebbe anche interessarti: ”Ci ha lasciato. La malattia arriva in un attimo e porta via tutto senza pietà…”: il messaggio commosso di Naike Rivelli, sconvolta da un grave lutto






Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it