“Ciao maestro”. Musica italiana in lutto. La notizia ha fatto subito il giro d’Italia. Il cordoglio di Fiorello: “Eri un grande”


 

Chitarrista dal tocco inconfondibile. Così come il suo ciuffo, un segno di riconoscimento che l’ha accompagnato per tutta la vita. È morto a Roma all’età di 75 anni. A darne notizia lo storico manager Pasquale Mammaro. La notizia si è diffusa nel giro di poche ore. Cordoglio in tutto il mondo della musica che, per anni, lo ha visto grande protagonista. Enricio Ciacci era nato a Tivoli 75 anni fa, compositore di colonne sonore, appassionato di rock and roll, era stato lui a trasmettere al fratello Antonio, il popolare Little Tony, la passione per la musica americana dell’epoca. Con Little Tony Enrico aveva collaborato alla stesura di brani come Quando vedrai la mia ragazza e Il ragazzo con il ciuffo. Fra i film per i quali aveva firmato le musiche, Vendo cara la pelle, Marinai in coperta, Peggio per te, meglio per me, tutti della fine degli anni Sessanta. Fra le collaborazioni più prestigiose, quella con Ennio Morricone per la colonna sonora di Per un pugno di dollari, è sua la chitarra che rese un’icona la musica che il maestro creò per il film di Sergio Leone. (Continua dopo la foto)



“Ho iniziato a suonare la chitarra a 8 anni insieme ai miei due fratelli Tony (bongo) e Alberto (fisarmonica). – Raccontava in un’intervista di qualche anno fa a firma di Elio Ippolito – la passione per la musica del resto aveva radici in famiglia in quanto nostro padre era un chitarrista cantante – afferma Enrico. “Nella mia strada professionale ho avuto anche un pizzico di fortuna. Infatti, cercando delle lezioni private, trovai un maestro, bravo chitarrista ma soprattutto ottimo insegnante. Parlo di Fernando Chierici che a quel tempo acquistò una certa notorietà in quanto aveva pubblicato due libri di ausilio agli aspiranti chitarristi: aveva infatti individuato un semplice e pratico metodo, detto appunto “metodo Chierici”. (Continua dopo le foto)



 

Metodo che permetteva di approcciare al meglio la chitarra per arrivare a prendere fino a 2400 accordi…. Nel 1962- continuava Ciacci – iniziai a far parte dei musicisti “turnisti” alla Rca ed ebbi la fortuna di essere chiamato da Ennio Morricone, non ancora famoso a quel tempo, per gli arrangiamenti di “Andavo a 100 all’ora”, un brano che dette il via alla popolarità di Gianni Morandi. Alla Rca rimasi per ben 29 anni dove prestai la mia attività e le mie doti, che si andavano sempre più affinando, con grandi nomi di direttori d’orchestra e maestri musicisti. Per fare qualche nome cito Bacalov, Nino Rota, Armando Trovajoli, Riz Ortolani,Carlo Savina, e Jerry Goldsmith. Con Guido e Maurizio De Angelis ho avuto l’opportunità di suonare nello sceneggiato TV “Sandokan”dove la mia chitarra venne ben apprezzata dal pubblico e dalla critica. La mia soddisfazione discografica più importante – continua – fu nel 1964 con il brano “Quando vedrai la mia ragazza”, testi di Gino Paoli e musica mia: 3,5 milioni di copie vendute tra Little Tony e Gene Pitney !!!”. “Mi dispiace molto la notizia della scomparsa di Enrico Ciacci. Era un chitarrista sopraffino”: così lo ricorda Fiorello, che annuncia un saluto, domani, a Radio Deejay. “Ha vissuto sempre al fianco del fratello Little Tony – ricorda Fiorello – seguendolo con amore e accompagnandolo nei suoi successi”.
Ti potrebbe interessare: Che delusione! Voleva la torta di Little Pony ma il pasticcere sbaglia. Ed ecco la brutta sorpresa