”Un’altra stella è in cielo”. È morto, il 2017 si è portato via un altro grande pezzo della storia della musica mondiale. Cantante e chitarrista, la star è stata tradita da un attacco di cuore: il triste annuncio dei familiari e il ricordo commosso dei fan


 

Il 2017 si è portato via un altro grande pezzo della storia della musica mondiale. Dopo una notte di conferme e smentite, a seguito dei comunicati lanciati dai media, a darne il triste annuncio è il sito dell’artista americano. Il grande Tom Petty è morto. Un tragico destino quello di Petty: leader del gruppo chiamato “Heartbreakers” è scomparso proprio a causa di un attacco di cuore. Il cantante è morto in un ospedale della California dove era stato ricoverato in seguito a un infarto che lo ha colpito domenica notte nella sua casa di Malibu. I medici accorsi sul posto hanno infatti verificato che il suo cuore batteva ancora e deciso per un ricovero immediato nell’ospedale di Santa Monica. La situazione si è ulteriormente aggravata e, dopo smentite e conferme, è giunta la notizia del suo decesso.vCantautore e musicista, Petty era considerato uno dei più grandi rocker americani. Tom Petty aveva da pochi giorni concluso il suo tour all’Hollywood Bowl di Los Angeles. Si era unito agli Heartberakers dando vita al progetto nel 1976. (Continua a leggere dopo la foto)



Oltre alla carriera solista che l’ha portato in giro per il mondo fino a pochi giorni fa, alla fine degli anni ’80 formò il supergruppo dei Traveling Wilburys assieme a Bob Dylan, Jeff Lynne, Roy Orbison e George Harrison. Nella sua lunghissima carriera, oltre quarat’anni, Petty ha suonato in tutto il mondo e con tutti i più grandi artisti della musica rock, a cominciare da Bob Dylan con il quale ebbe un lungo sodalizio artistico. In Italia Tom Petty ebbe un momento di notorietà nel 1982 con You Got Lucky e l’album da cui era tratta, Long After Dark. Tra gli altri suoi brani più conosciuti, ricordiamo American Girl, Free Fallin’, Refugee e I Won’t Back Down.  (Continua a leggere dopo le foto)



 

Dopo aver fatto parte di alcune band come The Sundowners, The Epics, e Mudcrutch (di cui facevano parte i futuri membri degli Heartbreakers Mike Campbell e Benmont Tench) inizia la sua carriera discografica come Tom Petty & the Heartbreakers, quando la band irrompe nella scena musicale nel 1976 con l’album omonimo di debutto. La canzone Breakdown, pubblicata come singolo, entra nella Top 40 nel 1977. Nella primavera del 2008 Tom Petty riunisce la sua prima band, i Mudcrutch, con cui non aveva mai inciso alcun disco e pubblica l’album Mudcrutch, che stilisticamente non si discosta troppo dalle sue recenti produzioni. Nel giugno 2010 Petty pubblica, nuovamente con gli Heartbrakers, l’album Mojo, seguito nel luglio 2014 da Hypnotic Eye.

Grave lutto per Vanessa Paradis. L’ex compagna di Johnny Depp sta attraversando un bruttissimo momento. Ora dovrà affrontare una perdita incolmabile e dire addio all’uomo che ha più contato nella sua vita