“Dopo 36 ore si è impiccato, guardate”. Chester Bennington, la moglie del cantante suicida dei Linkin Park pubblica su Twitter l’ultimo video del marito prima di morire: “Non fidatevi, questo è il volto della depressione”. Emozione e vicinanza da tutto il mondo della musica


 

Il 20 luglio 2017, il mondo della musica perdeva per sempre un grande interprete, un personaggio unico nel suo genere e un grande uomo: Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park. Da allora, giorno in cui la donna di servizio lo ha trovato morto in casa, appeso ad una corda nella sua residenza di Palos Verdes Estates in California, la moglie di Chester, Talinda Ann Bentley, non aveva mai parlato pubblicamente se non per alcune informazioni di rito. Questa volta però, a circa due mesi dalla terribile perdita del marito, Talinda ha deciso di dire qualcosa, anzi, molto di più, di condividere un filmato di Bennington 36 ore prima del suicidio. “Il mio prossimo tweet è il più personale che abbia mai fatto. Ve lo mostro in modo che sappiate che la depressione non ha un volto o un umore”. Così Talinda ha anticipato su Twitter un video girato poco meno di due giorni prima del suo suicidio del marito. Nel filmato si vede Chester scherzare con la famiglia e gli amici: lui, insieme a un amico e a uno dei suoi sei figli, partecipa ad una sfida in cui si deve mangiare una caramella aromatizzata dal sapore decisamente sgradevole. (continua dopo la foto)







Appariva sereno, sorridente e spensierato e per questo sua moglie ha puntualizzato: “Così ci appariva la depressione, appena 36 ore prima della sua morte. Ci ha amato così tanto e noi abbiamo amato lui”. Quello che vuole far intendere Talinda Ann, è che la depressione è una malattia che a volte non si mostra nelle forme e nei modi consoni. A volte, proprio come in questo caso, la voglia di andarsene per sempre è mascherata affabilmente da sorrisi e amore, gioia e calore, ma una profonda tristezza si annida, in realtà, nella mente e nel cuore di alcuni soggetti che evitano di farlo vedere. Esseri talmente sensibili e pieni d’amore verso il prossimo, che cercano in tutti i modi di camuffare il male solo e soltanto per non dare preoccupazioni e tristezza ai propri cari. (continua dopo le foto e il video)




 

Proprio il figlio di Chester, il maggiore, 15 anni, che sta partecipando a meeting sul tema, ha raccontato: “Penso che mio padre fosse bravissimo a nasconderla, ero stato con lui la settimana precedente e non avevo notato niente, pensavo andasse tutto bene. Forse, col senno di poi, aveva deciso di venirci a trovare per stare un po’ insieme prima di togliersi la vita. Non nascondete mai i vostri problemi, chiedete aiuto a chi vi sta più vicino”. Chester Bennington aveva appena 41 anni, era all’apice della sua carriera e quello che sta divulgando Talinda non è altro che un disperato campanello di allarme che sembra dire: “Non vi fidate dei sorrisi, perché a volte potrebbero nascondere la tristezza più nera del mondo”.

Ti potrebbe anche interessare: “Questo filmato lo aveva registrato prima di morire”;. Chester Bennington, spunta un video del cantante morto suicida il 20 luglio. Se pubblicarlo o meno, è una decisione che deve prendere solo Talinda, la compagna del frontman dei Linkin Park. Ed è proprio lei che ringrazia pubblicamente chi ha deciso di “rispettare la sua famiglia”: un altro grande esempio di umanità

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it