Scialpi e Roberto hanno deciso, tutto pronto per il loro ‘sì’. Come e quando saranno le prime nozze gay di un cantante italiano


 

“A fine mese vado in America e sposo Roberto, il mio compagno da sei anni. Andiamo all’estero perché da noi non si può. Stiamo insieme da sei anni e ci amiamo. Abbiamo deciso nel corso di un viaggio in cui le condizioni erano molto estreme. In quei casi capisci se c’è o meno vera coesione. Eravamo vicini l’uno all’altro ed è scattata questa cosa e io, che sono il più esuberante, ho detto: ‘Vogliamo ricordarci di questo momento?’. Stavamo guardando una laguna. Poi gli ho chiesto: ‘Vogliamo unirci in matrimonio?’. E siccome il nostro è un amore come tanti altri, un amore semplice, la risposta di Roby è stata: ‘Sì facciamolo'”. Il cantante Giovanni Scialpi racconta così in esclusiva al settimanale ‘Chi’, in edicola mercoledì 5 agosto e anticipato adnKronos, la sua decisione di sposarsi con Roberto Blasi, suo manager.

 

(Continua dopo la foto)



È il primo personaggio pubblico italiano a sposarsi con una persona dello stesso sesso, e lo farà all’estero con una cerimonia low profile. Scialpi ha anche scritto al Papa per una benedizione delle sue nozze. “Noi avremmo voluto fare tutto in sordina – spiega Scialpi, che con Roberto Blasi sarà protagonista della prossima edizione di ‘Pechino Express’ – Ma ho capito che parlandone pubblicamente possiamo esporre il nostro punto di vista. E’ peggio quando taci e le tue azioni vengono interpretate… L’espressione dell’amore, del tuo amore, la fai per un motivo ben preciso – sottolinea – perché vuoi cristallizzare un momento, vuoi storicizzare quell’attimo. E vuoi rendere partecipi di un percorso tuo anche gli altri. Quindi l’annuncio del matrimonio non mi ha generato alcuna preoccupazione”.

Scialpi e il suo compagno, però, non vedono questo annuncio come un coming out sulla loro sessualità. Dice infatti il cantante: “Io, francamente l’orgoglio omosessuale non lo leggo attraverso il coming out. C’è chi non lo ha fatto e chi come Tiziano Ferro lo ha fatto (e mi fa piacere per lui). Ognuno fa per suo conto. Io non ho la necessità di dichiarare la mia sessualità pubblicamente”. E sul tono della cerimonia interviene Roberto Blasi: “Siamo contrari a tutti gli stereotipi del matrimonio etero. Questa è un’unione civile e noi saremo classici. Certo Giovanni ci metterà quel pizzico di estro d’artista…”.

 

CaffeinaNews by AdnKronos

www.adnKronos.it

Ti potrebbe interessare anche: È il primo cantante italiano a compiere un simile passo: Scialpi ha fatto il grande annuncio. E quel giorno Paola Barale…