“È morta folgorata mentre cantava”. L’artista aveva solo 35 anni e si stava esibendo sul palcoscenico, per la chiusura del Festival. Improvvisamente piomba per terra, davanti agli occhi smarriti del pubblico, rimasto sotto choc: “Una fine terribile”


 

Una morte assurda e improvvisa ha colpito il 19 luglio la cantante francese Barbara Weldens. Aveva  solo 35 anni e sono ancora incerte le cause della sua morte, ma stando a quanto riporta Europe 1, potrebbe essere deceduta folgorata, mentre si stava esibendo nella Chiesa della città di Gourdon-en-Quercy, durante un festival dedicato a Leo Ferrè. Chi ha assistito alla scena è rimasto sconvolto, la donna mentre cantava si è accasciata violentemente per terra e sarebbe morta sul colpo. Infatti, l’intervento dei sanitari, immediatamente accorsi sul palco, è stato completamente inutile, nonostante le cure tempestive non sono riusciti a salvare le 35enne dall’attacco cardiaco che l’ha stroncata. Le prime ipotesi fatte dagli inquirenti, infatti, confermano che la Weldens è morta  sul colpo a causa di una fortissima scossa elettrica, ma le indagini al momento sono ancora in corso. Il festival in cui si stava esibendo la cantante era iniziato martedì scorso e proprio lei avrebbe dovuto chiudere la serata. Nessuno si sarebbe mai aspettato una conclusione così tragica. (continua a leggere dopo la foto)







Barbara Weldens, che è cresciuta in un ambiente circense, non era ancora molto nota al grande pubblico, sebbene in passato avesse vinto diversi concorsi, come quello per giovani talenti del Festival Jacques Brel (autore che lei amava immensamente), prima ancora di pubblicare il suo album d’esordio, uscito lo scorso febbraio e intitolato Le grand H de l’homme, mentre successivamente ha vinto il Premio Révélation Scène de l’Académie Charles Cros. Nella biografia sul suo sito ufficiale si legge che è “cresciuta nel circo, imparando l’arte della giocoleria, l’acrobazia e il trapezio dai suoi genitori. Fin da piccola ha scritto poesie, da adolescente ha iniziato a imparare i rudimenti del pianoforte, ascoltando Brel e Barbara che le hanno dato l’ispirazione. (continua dopo le foto)





 

La Weldens data la sua grandissima passione per la musica, in segreto, ha iniziato a cantare e a scrivere canzoni”. In seguito ha preso una pausa dalla musica per tornare, ma solo brevemente, al suo primo amore. Ha scritto infatti uno spettacolo circense finché, qualche anno dopo, ha incontrato la sua “famiglia artistica (…) e in un ambiente di creatività multidisciplinare (Teatro, scrittura, canto e musica) ha scritto e composto Le grande H de l’homme”. Chi la conosceva la descrive come una donna piena di talento, un’artista completa che ha dedicato tutta la sua breve vita allo spettacolo.

Ti potrebbe interessare anche: “Si è schiantata contro un albero”. Musica in lutto. È morta così, forse per un colpo di sonno, quando mancavano pochi chilometri per arrivare a casa, a Roma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it