“Con Romina è risorto il sole”. Dopo anni di alti e bassi, arriva la novità. La coppia di cantanti ha deciso di dare il via a un nuovo capitolo e i fan sono al culmine della gioia. Cosa succede tra il leone di Cellino San Marco e la principessa americana


 

Gli italiani li amano e infatti li stanno aspettando. Ma l’attesa di Al Bano e Romina Power è quasi terminata, il ritorno della celebre ex coppia è alle porte. Il 28 luglio partiranno i tre appuntamenti che li vedranno assieme sul palco: il primo presso la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, poi il 6 agosto al Forte Village a Santa Margherita di Pula (Cagliari) e l’8 agosto all’Arena della Regina di Cattolica (Rimini). In questi giorni l’artista americana ha rilasciato un’intervista al Corriere in cui ha parlato della sua vita a tutto tondo, dal privato, al pubblico. Fino al rapporto con l’ex marito con cui è tornata a far coppia artistica da qualche anno, affermando che smetterà di cantare solo quando lo farà anche lui. Anche il leone di Cellino San Marco ha detto la sua, ma sulle colonne del Messaggero dove ha parlato di ieri e di oggi. I primi ricordi sono quelli della scuola, quando durante l’ora di chimica, invece di seguire, appuntava canzoni sul suo quaderno. Poi la prima chitarra comprata per corrispondenza “vendendo i miei disegni ai ragazzi che non sapevano tenere una matita in mano”, ma fu l’incontro con Adriano Celentano a cambiargli la vita. (continua dopo la foto)








“Di mattina – ha raccontato Al Bano – assemblavo Mini Minor e di sera suonavo. Ero stato ingaggiato dal Clan di Celentano. Guadagnavo 65mila al mese e 50mila le spedivo a casa. Quando raggiunsi il mio primo grande successo con Nel sole, dopo sei anni di dura gavetta milanese, mandai l’assegno di 8 milioni di lire in Puglia. Così, senza neanche cambiarlo”. Poi arrivò la crisi economica e la cassa integrazione alla Innocenti gli ha dato più tempo per dedicarsi alla musica, fino all’incontro fondamentale con Pino Massara che gli fece fare il primo provino col Clan, il primo a fargli incidere un album, poi l’abbandono e la firma con la EMI. (continua dopo le foto)





 

“Pino – spiega il cantante – fu il primo a suggerirmi, dopo un paio di anni di teatrini e serate con il gruppo di Adriano, di cambiare aria. Mi propose un triennale con la Emi. Accettai, ma a me l’ambiente del Clan piaceva. Arrivavo dalla fabbrica e nel ’64 il Clan mi sembrava la casa dei sogni, il paradiso”. Ovviamente il discorso è scivolato su Romina con cui ha vissuto anni bellissimi e altri molto bui. Il tutto condito da una stampa che non lo amava e lo dipingeva un po’ come il meridionale che aveva messo il guinzaglio alla principessa americana: “Abbiamo avuto il periodo della grande solarità e poi quello della tempesta. Adesso è risorto il sole. Siamo coscienti di avere dei figli insieme. Lei aveva smesso di cantare, ora ha ripreso e si diverte. Credo anche abbia capito che non ero quello che dipingevano all’esterno”.

Ti potrebbe interessare anche: “Mi drogavo”. Romina Power choc. Una giovinezza passata all’insegna degli eccessi: “La cosa peggiore era restare incinta”. Nessuno avrebbe mai immaginato che l’ex moglie di Al Bano nascondesse così tanto. Un racconto che svela molti retroscena inediti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it