Attentato a Manchester, una festa a suon di note per dire no alla paura e al terrorismo. E mentre sul palco si alternano i cantanti, le telecamere non possono fare a meno di riprendere questa scena: e il video fa il giro del web


 

Manchester, 13 giorni dopo l’attentato al concerto di Ariana Grande in cui hanno perso la vita 22 persone, dice no al terrorismo e alla paura. È la stessa cantante ad aver chiesto ai suo fan di partecipare allo show “One Love” per “rimanere forti e ad andare avanti” nonostante i recenti attacchi. Al concerto presenti oltre 50mila persone. Il “live” di beneficenza, in una città e in un Paese blindati, si è svolto sotto una stretta sorveglianza allo stadio del cricket di Old Trafford. Nonostante le ombre inevitabili del nuovo attacco contro la Gran Bretagna, compiuto giusto ieri nel centro di Londra: bersaglio tanti giovani, in un caso come nell’altro.  La folla ha osservato un minuto di silenzio e poi ha applaudito a lungo in modo assordante per dare inizio a quello che è stato definito il “One Love Concert”. Primo a salire sul palco Marcus Mumford, che poi ha lasciato il posto ai Take That. Poi è stata la volta di Robbie Williams, ex membro della band, che si è commosso modificando alcuni testi delle sue canzoni per dedicarle alle vittime dell’attacco di maggio e della scorsa notte a Londra. (Continua a leggere dopo la foto)








“Mi inchino perché nonostante tutte le cose accadute qui non sento o percepisco o vedo alcuna paura, vedo amore, resilienza e positività”. Ha detto Pharrell Williams prima di duettare con Miley Cyrus in un’inedita versione di ‘Happy’. Spazio anche a Niall Horan degli One Direction. Ariana Grande, acclamata dalla folla, ha cantato ‘Be alright’ ed è stata anche protagonista di alcuni duetti, prima con i Black Eyed Peas e poi con il fidanzato Mac Miller. Quindi quello tanto atteso con Miley Cyrus sulle note di ‘Don’t dream it’s over’. Parole di amore e di speranza da parte di Katy Perry prima e durante la sua esibizione. (Continua a leggere dopo la foto)




 

Poi è stata la volta di Justin Bieber, ed è stato in questo momento che le telecamere hanno immortalato una scena che ha fatto il giro del web. Mentre l’idolo della ragazzine cantava uno dei suoi successi, tra il pubblico si è formato un girotondo. A danzare con i bambini c’era anche uno dei poliziotti in servizio, il frame è finito sui social ed è diventato virale. Sul palco si sono poi susseguiti i Coldplay e Liam Gallagher, uno dei fondatori degli Oasis, famoso gruppo di Manchester nato negli anni Novanta.

“Andiamo a vedere il concerto di Ariana all’Arena”, poi, di loro, nessuna notizia. Il dramma di Chloe e Lim, i due fidanzatini scomparsi dopo l’attentato di Manchester. “Loro erano lì per un motivo ben preciso e ora non sappiamo dove siano”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it