“Mi sono lavato i capelli! Non succedeva da 14 anni”. Ci credete? Lui super vip lo ha confessato (come se niente fosse) con un tweet che ha letteralmente sconvolto tutti. I commenti crudeli dei fan non sono mancati. Ecco il motivo dell’assurda decisione


 

I personaggi famosi sono eccentrici, si sa. Forse il successo fa perdere la bussola e capita che le tante attenzioni a cui sono soggetti, li mettano nelle condizioni di fare e dire cose quanto meno un po’ strane. È il caso di Gary Barlow , storica voce dei Take That, oltre che giudice di talent musicali in tv, che ha appena lanciato una bomba. La notizia del giorno è che la voce della boy band ha appena pubblicato un tweet in cui ha ammesso di aver lavato i capelli per la prima volta dopo 14 anni. Sconcertati? Stupiti? Come se non bastasse il cantante ci ha tenuto molto a precisare, alla fine della frase, che non si tratta affatto di uno scherzo e che stava parlando sul serio. Ora si fa un po’ fatica a credere che il ragazzo non lavi mai la testa, in tanti si sono chiesti che odore possa avere e soprattutto che tipo di cura del corpo abbia il bel Gary. Naturalmente non si parla di un cuoio capelluto idrorepellente che negli ultimi anni non sia mai venuto a contatto con l’acqua e quindi l’arcano è presto svelato. (Continua a leggere dopo la foto)






 Molto semplicemente Barlow, negli ultimi 14 anni, non ha fatto uso di shampoo e prodotti per il lavaggio dei capelli. Il cantante ha anche spiegato il motivo di questa scelta, che non è rara in realtà nel mondo dello spettacolo, adottata da altri volti noti come Jennifer Aniston, Adele e altri: “Usare shampoo causa secchezza del cuoio capelluto e aumenta la possibilità di rottura del capello stesso”. Insomma, i fan di Barlow saranno soddisfatti e contenti per la cura che Gary ha imposto al suo cuoio capelluto. 

(Continua a leggere dopo le foto)






 

Sarebbe curioso capire per quale motivo, in realtà, abbia scelto di riprendere con l’utilizzo di prodotti shampoo proprio oggi. Barlow è attualmente voce dei Take That, una delle boy band più note della storia della musica, esplosa negli anni Novanta e che pure ha avuto un discreto successo nei decenni successivi grazie ad una solidità che è riuscita a resistere all’addio temporaneo di Robbie Wiliams ed ha dovuto sopportare, di recente, il saluto di Jason Orange.

Ti potrebbe interessare anche: “Che schifo, almeno i capelli te li potevi lavare!”. Lei, splendida, super sexy star (nota per la sua vita trasgressiva) si è presentata così alla serata di gala: “Un outfit da senza tetto”. Una caduta di stile allucinante. Non crederete ai vostri occhi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it