”Sì è vero, sono gay”. Dopo anni il vincitore di X-Factor e cantante di successo si sbottona e fa coming out. ”Mi sono innamorato di quell’uomo”. Ecco chi è


 

“È successo che mi sono innamorato. Una storia molto particolare con un ragazzo che fa il regista, molto diverso da me”. Michele Bravi, prima di salire sul palco del Festival Sanremo racconta il primo amore per un regista. ”Non ho bisogno di fare coming out perché nessun giovane si stupisce che mi sia innamorato di un ragazzo, e penso che nessuno dei miei coetanei si tirerebbe indietro se gli capitasse di provare un’emozione per una persona dello stesso sesso”.  Così Michele Bravi, vincitore di X Factor nel 2013, si racconta a Vanity Fair nel numero in edicola da mercoledì 18 gennaio. Il diario degli errori (la canzone che porterà a Sanremo), un ”brano perfetto, per la tonalità e i colori della mia voce, ma soprattutto perché racconta la mia vera storia: è il diario dei miei errori, professionali e personali, quelli che si fanno la prima volta che ti innamori. Nel ritornello dico ‘almeno tu rimani fuori dal mio diario degli errori’, perché si presuppone che il diario sia stato ormai chiuso e sia arrivata un’altra occasione”. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…






”È successo che mi sono innamorato. Una storia molto particolare con un ragazzo che fa il regista, molto diverso da me. È durata due anni ma, in termini di quello che succedeva tra noi, forse qualche giorno. All’inizio quando due persone si incontrano sono due contenuti completi, il resto rimane fuori; poi allarghi la visuale e vedi che ci sono dei confini da rispettare. Io sicuramente nell’ultimo anno sono stato molto autoriferito e concentrato sulla musica e questo ha creato problemi”. (Continua a leggere dopo le foto)








 

”Il primo amore è perfetto, t- ha detto ancora Bravi – tutto è bellissimo, solo che ti mancano le regole del gioco e quando le impari, spesso è troppo tardi: le pagine degli errori restano lì, non puoi strapparle dal diario, e quando gli errori diventano tanti è difficile che possa esserci un epilogo felice. Se mi guardo indietro oggi mi dico: ‘Siamo stati proprio stronzi”’.

“È morto uno di noi”. X Factor, lacrime in studio: la puntata inizia con dolore e commozione. Il ricordo di Cranio Randagio rompe il cuore a tutti. I suoi amici sul palco, il suo volto e quella bella canzone. Il video

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it