Tutta la magia di un libro antico, l’arte tipografica si mette in mostra


Dopo il successo delle edizioni precedenti che ha attratto bibliofili e appassionati da tutto il mondo torna  La mostra internazionale dei Libri Antichi e di Pregio ospitata al Palazzo Mezzanotte, in piazza Affari, a Milano da venerdì 27 marzo a domenica 29 marzo 2015. Giunta alla terza edizione la mostra, sotto la guida di Fulvio Audibussio, il nuovo Presidente dell’Alai, Associazione librai antiquari d’Italia è diventata un appuntamento imperdibile per commercianti, grandi nomi dell’editoria italiana, giornalisti di spicco, collezionisti famosi, grandi intellettuali e tanti curiosi.








Dai libri miniati agli incunaboli, dalle cinquecentine fino ai moderni libri d’artista e alle edizioni di pregio contemporanee i visitatori potranno ammirare edizioni rare e di pregio quali la prima edizione in latino delle opere del filosofo greco Plotino stampata a Firenze nel 1492 (Studio Bibliografico Paolo Pampaloni), il celebre vocabolario greco di Suidas stampato a Milano nel 1499 (Il Cartiglio), Le Vite dei Dodici Cesari di Svetonio stampate a Venezia nel 1490 (Studio Atlantis) e l’Imitazione di Cristo di Tommaso da Kempis stampata a Firenze nel 1494 (Studio Bibliografico Maria Calabrò) fino alle rare edizioni del 900 come l’edizione originale dei Canti Orfici di Dino Campana (Libreria Pontremoli), la prima edizione de Il porto sepolto di Giuseppe Ungaretti (Il Muro di Tessa), l’ edizione originale della Fanciulla del West di Giacomo Puccini (Studio Bibliografico Pera) o un bell’ esemplare del Journal des Dames et Modes (Libreria Antiquaria Gilibert).




Tra le numerose iniziative ci sarà anche l’occasione per sostenere l’evento “L’Alai con l’Ilab per il World Book & Copyright Day“: l ’Associazione dei librai antiquari sosterrà infatti il progetto dell’Unesco per la lotta contro l’analfabetismo, ospitando durante i tre giorni dell’esposizione, sempre all’interno della sede di Palazzo Mezzanotte, una “libreria simbolica”, che permetterà l’avvio di una raccolta fondi per il programma dell’UNESCO.


In occasione del cinquecentesimo anniversario dalla morte di Aldo Manuzio, la mostra ospiterà un catalogo di cinquecento preziose edizioni aldine, inclusi gli incunaboli greci e latini, e parte di quella degli eredi di Aldo, considerata la più vasta raccolta aldina mai presentata in una mostra antiquaria.

Leggi anche:

La Germania restituisce oltre 500 libri antichi rubati alla biblioteca Girolamina

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it