EXPO, in 9 punti tutto quello che c’è da sapere per prepararsi all’evento dell’anno


 

Ormai ci siamo (salvo imprevisti e figuracce “mondiali”): dal primo maggio al 31 ottobre del 2015 la città di Milano ospiterà “l’Esposizione universale”, cioè l’Expo 2015. L’assegnazione definitiva a Milano, che aveva già ospitato un’esposizione universale nel 1906 sul tema dei trasporti, è stata ufficializzata il 31 marzo 2008: l’unica altra città che aveva presentato in tempo la candidatura era stata Smirne (Turchia). Sono attesi almeno 20milioni di visitatori. Ma siamo sicuri di aver capito bene di cosa si tratta? Ecco una guida sintetica proposta da Il Post su tutto ciò che c’è da sapere per prepararsi a dovere a questo evento.

1) Cos’è l’Expo?

Una fiera enorme, distribuita su spazi e allestimenti diversi. Il tema è il cibo, la nutrizione e l’alimentazione: “Nutrire il pianeta, energia per la vita” è la sua descrizione ufficiale. I Paesi partecipanti mostreranno il meglio delle proprie tecnologie e delle proprie risorse collegate a questo tema.

(Continua dopo la foto)







2) Dov’è? Come si raggiunge e quando si può visitare?

L’Expo 2015 di Milano non si terrà propriamente a Milano: l’area scelta per ospitare gli eventi si trova infatti a nordovest di Milano, all’interno del territorio comunale di Rho e in corrispondenza della nuova Fiera di Milano. Ci sono vari modi per raggiungere la zona, secondo se ci si trova già in città o se si arriva direttamente dall’aeroporto o dalla stazione. Dalla città il modo più facile sarà la metropolitana. Chi arriva da fuori in treno potrà scendere alla stazione Rho Fiera Milano. Chi arriva direttamente dall’aeroporto – qualsiasi dei tre della zona, Malpensa, Linate e Orio al Serio – può prendere una delle molte navette per raggiungere il centro della città e da lì utilizzare la metropolitana. L’Expo sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 23.

3) Che c’è dentro?

La zona è grande più di un milione di metri quadri e la sua forma ricorda quella di un’isola. La fiera si svilupperà su due strade ortogonali, chiamate Cardo e Decumano. Nell’intersezione tra le due strade principali si trova la piazza centrale dell’Expo, Piazza Italia, che rappresenta simbolicamente il luogo in cui l’Italia incontra tutti gli altri paesi del mondo. Ai quattro estremi del Cardo e del Decumano sono situate le strutture più importanti dell’Expo Milano 2015: la Collina Mediterranea, la Lake Arena, l’Open Air Theatre e l’Expo Centre.

4) Cosa ci sarà dentro i padiglioni?

Secondo il sito ufficiale ci saranno 145 paesi partecipanti (che rappresentano il 94 per cento della popolazione mondiale), ma avranno degli spazi anche aziende, organizzazioni internazionali e no profit.

(Continua dopo la foto)






 

5) E il padiglione Italia?

Il padiglione Italia è situato a nord dell’esposizione, si trova appena prima della Lake Arena, sul Cardo, che taglia l’area della manifestazione da sud a nord. Sarà composto da un edificio principale – il Palazzo Italia – grande circa 12.000 metri quadri disposti su quattro piani, e da alcuni edifici temporanei che copriranno un’area di altri 13.700 metri quadri.

6) I lavori sono finiti?

La società Expo 2015 dice che a oggi i lavori sono completi in percentuale tra l’85 e il 90 per cento.

7) Quanto è costata?

Cosa accadrà all’area una volta terminata? Tre le categorie di spesa: gli investimenti pubblici, i soldi investiti da aziende private e quelli spesi dai singoli paesi partecipanti per costruire le loro strutture. Gli investimenti pubblici sono stati di circa 1 miliardo e 300 milioni di euro: 833 milioni di euro sono stati stanziati dal governo nazionale, i restanti 467 milioni di euro sono stati messi al 40 per cento dal comune di Milano, al 40 per cento dalla regione Lombardia e al 20 per cento dalla Camera di Commercio. La cifra investita dalle aziende private si aggira intorno ai 370 e i 400 milioni di euro; i paesi partecipanti hanno invece speso in totale circa 1 miliardo di euro. Una volta terminata la manifestazione, il 31 ottobre 2015, la società Expo 2015 avrà tempo fino al 30 aprile 2016 per liberare l’area.

8) Come si comprano i biglietti?

I prezzi dei biglietti d’ingresso variano a seconda delle fasce d’età (si parte dai 20 euro) e della modalità di entrata. I biglietti si possono comprare direttamente sul sito oppure dai rivenditori autorizzati (il più grande è l’Expo Gate in piazza Cairoli, a Milano, davanti al Castello Sforzesco). Sul sito il pagamento è per ora previsto soltanto tramite carta di credito, il pagamento tramite Paypal non è accettato. Se pensate di visitare l’esposizione, può essere saggio comprare il biglietto prima dell’inizio dell’Esposizione: fino al 30 aprile è previsto uno sconto del 20 per cento.

9) Ci sarà un’inaugurazione?

Ce ne saranno due. Il 30 aprile 2015 si terrà un’inaugurazione in Piazza Duomo a Milano, mentre l’1 maggio 2015 – data di apertura della manifestazione – ci sarà quella ufficiale del sito espositivo, con il “taglio del nastro” alla presenza di presidente della Repubblica e presidente del Consiglio.

Ti potrebbe interessare anche: Evviva l’Expo! Ma a Milano i tassisti non parlano inglese

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it