“Serve un nuovo lockdown totale”. Covid, Walter Ricciardi: “Misure insufficienti. E scuole chiuse”

Si sono appena concluse le prime feste natalizie pesantemente condizionate dalle misure restrittive anti-contagio. Nonostante i sacrifici, le zone rosse, i divieti, i pranzi e i cenoni con numero di posti limitati e tanto altro ancora, però, la lotta contro il Coronavirus non è ancora vinta. Tutt’altro. La curva dei contagi non scende come sperato. E prima che la vaccinazione di massa raggiunga risultati concreti passeranno mesi.

E così si torna a parlare di nuove strette, provvedimenti ancora più duri che riguardano in particolare le regioni più colpite. Senza considerare che la riapertura delle scuole porterà con sé nuovi rischi su possibili focolai e diffusione del virus. Nelle ultime ore è tornato a parlare in toni molto chiari anche Walter Ricciardi, professore e igienista consigliere del Ministero della Salute. Queste le sue dichiarazioni rilasciate al quotidiano Il Messaggero. (Continua a leggere dopo la foto)

Che la situazione non sia semplice è di dominio pubblico, ma adesso arriva la certificazione anche degli esperti. Queste le parole di Walter Ricciardi: “Le limitazioni decise non saranno sufficienti, è evidente. Così i contagi cresceranno ancora. Pensare di riaprire le scuole, con 20mila casi al giorno, non ha senso”. Dunque non solo i provvedimenti del periodo natalizio non sono serviti, ma neppure le nuove misure valide per i prossimi giorni sembrano bastare. (Continua a leggere dopo la foto)


Il consigliere del Ministero della Salute aggiunge: “Bisogna essere più coordinati tra governo e regioni e accelerare l’arruolamento dei vaccinatori. Dobbiamo vaccinare almeno 20 milioni di italiani entro l’estate, facendo le iniezioni nelle palestre, nei palasport, nelle fiere. Ed entro fine febbraio dobbiamo avere immunizzato tutti gli operatori sanitari e gli ospiti delle Rsa”. E mentre giungono notizie su ritardi nella consegna delle prossime dosi di vaccino, in diverse regioni manca il personale per aumentare il ritmo delle vaccinazioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Il professor Walter Ricciardi non usa mezze misure e avverte: “Le nuove misure non riusciranno a tenere sotto controllo l’evoluzione dei contagi. Non bisogna arrivare troppo tardi ai lockdown; bisogna invece avere il coraggio di farli al momento giusto. Se li fai troppo tardi, con i numeri così alti, il lockdown durerà molto di più. Oggi aspettiamo l’esito delle misure di rafforzamento, ma non le nascondo di essere molto scettico”.

“Dicembre e gennaio saranno terribili”. Walter Ricciardi, la preoccupante previsione del consigliere del ministro Speranza: “Cosa succederà”