“E ora, come facciamo senza di te?”. Un paese in lutto per Andrea, 25 anni: è morto in sella alla sua amata bici

Una comunità è sconvolta per la morte di Andrea Destefanis, il 25enne morto dopo una tragico incidente a Corana, nei pressi di Voghera. “Perché porti via sempre I migliori e le brave persone xche????????solo ora ho preso la notizia … non ci volevo credere … ciao Andrea ti ricorderò sempre”.Scrive un’utente sui social. “Non ci posso credere. è un grande dolore. Andrea Nando Destefanis un ragazzo d’oro, educato, gentile, sempre disponibile, pacato e sorridente. La vita può essere davvero ingiusta e tremenda. Condoglianze alla famiglia da tutti noi. R.I.P”.


E ancora: “La piccola comunità di Corana e quella, più grande di Voghera, di cui Andrea Destefanis era originario e dove aveva studiato, sono incredule. 25 anni sono troppo pochi per morire così, investito da un trattore in manovra mentre era in sella alla sua amata bicicletta”. E altri corrono sul filo del ricordo, spezzato dai singhiozzi e da un fiume di lacrime che travolge la tranquillità di un paese.

Andrea Destefanis


Terribile la dinamica. Andrea Destefanis è rimasto schiacciato da un trattore che sta facendo manovra in retromarcia sulla strada provinciale che da Voghera porta a Corana. Tutto è accaduto intorno alle 16 quando una chiamata al 118 avvisava di un ragazzo in bicicletta gravemente ferito a seguito dell’investimento di un trattore.


Andrea Destefanis incidente

Sul posto si sono precipitate un’ambulanza e un’automedica, inviate dall’Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia, con a bordo una squadra di operatori sanitari. Purtroppo non c’è stato nulla da fare, Andrea Destefanis è morto poco dopo. Gli agenti della polizia locale di Voghera hanno aperto un’inchiesta per chiarire la dinamica della tragedia e per scoprire eventuali responsabilità.

Andrea Destefanis


Il trattorista è stato sentito come testimone insieme a un altro automobilista che arrivava dalla parte opposta della strada. “Ti ricorderò sempre anche se ci vedevamo poco ma ci sentivamo sempre. Uno di quei pochi veri Amici. Buon viaggio, prima ho poi ci troveremo di nuovo. Ciao grande angelo, mi raccomando non fare casino anche lassù”.

Pubblicato il alle ore 21:05 Ultima modifica il alle ore 21:05