Viviana Parisi Gioele Caronia Caso Archiviato

“Sono morti così”. Viviana e Gioele, l’ultima parola sul dramma di Caronia. La decisione del giudice

Si è arrivati ad una decisione finale sulla vicenda legata alla morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele di soli quattro anni. Il decesso di entrambi avvenne in Sicilia, nel comune di Caronia, nell’agosto del 2020. I familiari delle vittime hanno sempre pensato che ci fosse altro dietro la scomparsa della dj e del piccolo, ma la procura ha ritenuto plausibile come ipotesi il suicidio della donna, forse dopo che il bimbo era deceduto. Anche se non è stato possibile definire nel dettaglio l’intero fatto.

E ora il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Patti, Eugenio Aliquò, ha emesso la sua sentenza. Il procuratore aveva fatto sapere: “Ormai è possibile affermare con assoluta certezza come nella vicenda in esame non sia configurabile alcuna responsabilità dolosa o colposa, diretta o indiretta, a carico di soggetti terzi. Nessun soggetto estraneo ha avuto un ruolo, neanche marginale, mediato o indiretto, nella causazione degli eventi. Il tutto è ascrivibile alle condotte di Viviana Parisi e al suo precario stato di salute”.

Viviana Parisi Gioele Caronia Archiviazione Gip

Il fascicolo aperto in procura era contro ignoti, ma il procuratore di Patti non ha ritenuto fondata l’ipotesi che ci sia stato il coinvolgimento di un’altra persona dietro le morti di Viviana Parisi e Gioele. E il gip gli ha praticamente dato ragione, infatti nel suo verdetto ha deciso di archiviare l’inchiesta sul decesso della 41enne e del figlio. Accolta pienamente la richiesta della procura e la decisione è stata motivata in 495 pagine di provvedimento. Immediata la reazione del consulente degli avvocati di Daniele Mondello.


Viviana Parisi Gioele Archiviazione Caso Gip Caronia

Queste le parole del criminologo e consulente dei legali del marito di Viviana Parisi nonché padre di Gioele, Carmelo Lavorino: “Siamo molto delusi. A noi sono arrivate al momento solo due pagine. Quando potremo leggere le motivazioni vedremo se sarà il caso di ricorrere in Cassazione e fare ulteriori indagini difensive”. Poi parola anche al difensore di Mondello, Pietro Venuti: “Siamo consapevoli di aver fatto tutto quanto possibile per evitare l’archiviazione e rimaniamo convinti che ci siano stati errori di valutazione”.

L’avvocato Lavorino ha concluso, parlando sempre delle morti di Viviana Parisi e Gioele: “Quando avremo tutte le pagine dell’archiviazione del gip, valuteremo eventuali altre azioni, al momento non conoscendone il contenuto non possiamo sbilanciarci. Ora i corpi verranno restituiti alla famiglia e nei prossimi giorni si svolgeranno i funerali”.