Dramma in spiaggia, si accascia e muore davanti ai bagnanti. Soccorsi inutili

Dramma in spiaggia, un uomo è morto dopo aver accusato un malore improvviso. È un’estate tragica sugli arenili italiani. Nel corso dei mesi tante le vittime stroncate da malori. Aveva fatto sensazione, lo scorso 7 luglio, la morte di un turista lombardo di 34 anni. Era successo sulla spiaggia di Cala Sabina. A quanto si apprende l’uomo sarebbe stato colto da un malore e si è accasciato a terra. I soccorsi erano scattati immediatamente. Prime alcune infermiere libere dal servizio che si trovavano sulla battigia.


Subito dopo erano arrivati gli uomini della Guardia costiera di Golfo Aranci e i medici del 118 che avevano tentato in tutti i modi di rianimarlo. A quanto riporta ‘La nuova Sardegna’ era intervenuto anche l’elisoccorso dall’ospedale di Olbia, ma nonostante il prodigarsi dei medici e dei soccorritori non c’era stato niente da fare. Secondo i medici il 34enne era deceduto per cause naturali, probabilmente un ictus. Il magistrato della Procura di Tempio aveva disposto la restituzione della salma dello sfortunato giovane ai familiari.

morta spiaggia vittoria

A rendere più tragica la storia un dettaglio terribile. La coppia stava trascorrendo il suo viaggio di nozze in Sardegna. A perdere la vita a Vittoria, Ragusa, nel pomeriggio di ieri invece è stato Cesare Messina e aveva 83 anni. Fatale, a quanto si apprende dai media locali, un malore sulla spiaggia di Scoglitti. Immediatamente sono scattati i soccorsi ma per lui non c’è stato nulla da fare: è morto davanti ai bagnanit. Così lo ha ricordato in un post l’ex sindaco di Acate Gaetano Masaracchio.


morta spiaggia vittoria


“Originario di Catania, la sua famiglia visse ad Acate tra la fine degli anni ‘40 e i primi degli anni ‘50. Il padre era stato il direttore dell’Ufficio Postale. Io e Cesare fummo compagni di liceo. Era un ragazzo vivace, educato e intelligente, che trascorse tutta la sua vita a difesa dei diritti civili. Già segretario comunale al Nord Italia, viveva da pensionato in Toscana e ogni anno veniva in vacanza a Scoglitti”.

morta spiaggia vittoria

Una dramma che riporta alla memoria quello vissuto a Torvajanica qualche mesa fa. Un uomo, Nicola Arboletto, era morto poco dopo le 17.30. Era in vacanza li col figlio. Aveva appena superato la battigia a ridosso dello stabilimento Lido, in lungomare delle Meduse, quando, poco prima di tuffarsi, è crollato bocconi in acqua probabilmente a causa di un malore.

Pubblicato il alle ore 15:00 Ultima modifica il alle ore 15:22