Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Vincenzo non ce l’ha fatta. È morto a 22 anni dopo tre giorni di agonia

Vincenzo Cuccurullo non ce l’ha fatta. Il 22enne rimasto gravemente ferito in un incidente con il suo scooter sabato sera è morto nel primo pomeriggio di martedì all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. L’incidente che è costato la vita al giovane di Monterusciello è avvenuto intorno alle 23.30 di sabato in via Campana, nei pressi del megastore “Metro”.

Vincenzo era insieme a un amico in sella a uno scooter quando, improvvisamente, ha perso il controllo del mezzo finendo fuori strada. Il giovane, che pare non indossasse il casco di protezione alla testa, dopo essere caduto rovinosamente sull’asfalto è finito contro il muretto laterale riportando gravissime ferite. (Continua a leggere dopo la foto)


Da lì la corsa in ospedale dove per tre giorni è rimasto nel reparto di rianimazione. In queste ore sono corso indagini da parte della Polizia Municipale di Pozzuoli che hanno acquisito le immagini da una telecamere installata nelle vicinanze del punto dove è avvenuto lo schianto: serviranno per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. (Continua a leggere dopo la foto)

“Nostro figlio Vincenzo strappato alla vita da una tragica fatalità, abbiamo deciso di donare gli organi per salvare altre vite umane e perché lo spirito e la dolcezza di nostro figlio continui a battere e a vivere“, hanno detto Biagio e Partorina, genitori di Vincenzo. “Vincenzo aveva la passione per le motociclette e questo mi ha fatto sempre stare in pensiero”, ha detto la mamma al quotidiano Campi Flegrei. ”Ogni volta che usciva io mi raccomandavo con lui e lui mi rassicurava sempre. Mi diceva mamma sono un uomo adesso ho 22 anni”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

”Quando l’ho visto su quella lettiga del reparto di rianimazione la prima cosa che gli ho detto: se sei un uomo svegliati ora Vincenzo. Gli ho sempre rimproverato il fatto di mettersi il casco. Certo se quella maledetta sera di venerdì lo portava adesso non staremo qui a piangere il decesso di mio figlio. Vorrei tanto che la morte di mio figlio non rimanga invana ma che apri gli occhi agli altri giovani“.

Auto si ribalta, Lia muore a 20 anni: arrestato il fidanzato per omicidio stradale


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004