Veronica Panarello Condanna Due Anni Calunnie Suocero

“Il giudice ha deciso”. Omicidio Loris, una nuova condanna per Veronica Panarello

Altre brutte notizie per Veronica Panarelli, la mamma del piccolo Lorys Stival condannata proprio con l’accusa di aver ucciso il figlio il 29 novembre del 2014 a Santa Croce Camerina. Una nuova condanna è stata comminata nei confronti della donna, costretta adesso ad accumulare ancora di più gli anni da trascorrere in carcere. La pena è stata disposta dal tribunale di Ragusa, dopo che era stata mandata a processo dopo la denuncia fatta dal suocero per alcune sue affermazioni contro di lui.

Lei in passato aveva raccontato: “Dall’inizio e per un lungo periodo non ricordavo quello che fosse accaduto: collocavo gli spazi di quell’attimo con ricordi precedenti a quella giornata. Ho accompagnato mio figlio a scuola? Sì, era quello il mio ricordo, non mentivo. Poi, quando mi è stata data possibilità di andare al cimitero sulla tomba di mio figlio, nel tratto di strada mi è emerso un ricordo e con l’andare del tempo i ricordi si sono aperti e quando ho ricordato tutto non è stato nemmeno facile dirlo”.

Veronica Panarello Condannata Calunnie Suocero Loris Stival

Veronica Panarello ha subito una condanna a due anni di carcere aggiuntivi per aver calunniato il suocero Andrea Stival. Lei aveva infatti riferito che l’uomo fosse stato l’autore materiale dell’omicidio di Loris perché erano amanti e il bambino lo aveva scoperto. La vittima avrebbe quindi voluto rivelare tutta la verità al padre, quindi al marito di Veronica Panarello, e per questa ragione il nonno avrebbe deciso di sbarazzarsi del nipotino. Cosa che però non è stata mai confermata nei fatti.


Veronica Panarello Condanna Due Anni Calunnia Suocero Loris Stival

Queste pesanti dichiarazioni di Veronica Panarello avevano portato il suocero a denunciarla per calunnia e ora ha quindi ricevuto questa condanna. Lei è invece stata condannata a 30 anni di carcere per essere stata l’unica autrice dell’omicidio del figlio. Ora Veronica Panarello sarà tenuta anche a sborsare una somma di denaro come risarcimento danni nei confronti di Andrea Stival, pari a 24 mila euro, e dovrà anche pagare tutte le spese legate al processo che l’ha vista sconfitta.

E non è finita qui per Veronica Panarello perché il prossimo 15 ottobre a Catania ci sarà un altro processo, dove è accusata sempre dal suocero del reato di minacce. Quando fu condannata in appello, disse infatti in tribunale: “Prega Dio che ti trovo morto perché altrimenti ti ammazzo con le mie mani, quando esco”. Quindi, bisognerà vedere se arriverà anche un’altra condanna nei confronti di Veronica Panarello.

Pubblicato il alle ore 12:21 Ultima modifica il alle ore 14:16