Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Venite, l’ho uccisa”. Secondo femminicidio in un giorno, mamma Angelica muore davanti ai figli

  • Italia
Andria, secondo femminicidio in un giorno: marito uccide la moglie

Ancora un femminicidio, il secondo della giornata dopo quello avvenuto in mattinata a Salsomaggiore, quando un uomo ha uccido la moglie e colpi di mazza da cricket. La vittima si chiama Meena Kumari, 66 anni, di nazionalità indiana. Come detto, è stata aggredita dal marito dentro casa, ma è riuscita ad aprire la porta nel tentativo di fuggire e in quel momento ha attirato l’attenzione di una vicina di casa, un carabiniere.

Il marito ha colpito la moglie più volte al corpo e alla testa con la sua mazza da cricket, sport nazionale in India. Colpi risultati fatali. La carabiniera Noemi Schiraldi, 31 anni, da quattro in servizio alla stazione di Salsomaggiore (Parma), è intervenuta e ha subito chiamato i colleghi per un rapido intervento. L’uomo è stato fermato dai militari dell’Arma e arrestato.

Giulia Cecchettin, in carcere Filippo Turetta risponde ai magistrati

Andria, secondo femminicidio in un giorno: marito uccide la moglie


Andria, secondo femminicidio in un giorno: marito uccide la moglie

“Oggi per Salsomaggiore si scrive una pagina triste“, ha scritto su Facebook Luca Musile Tanzi, sindaco della cittadina. “La violenza domestica è un male intollerabile che non dovrebbe mai trovare spazio nelle nostre vite. Come società dobbiamo impegnarci a combattere contro qualsiasi forma di violenza e lavorare insieme per creare un ambiente sicuro per tutti. Questo tragico evento ci ricorda l’importanza di essere vigili, di intervenire quando vediamo segnali di pericolo e di promuovere una cultura della vita e del rispetto”. La sindaca ha ringraziato la carabiniera intervenuta: “Un’azione coraggiosa che, purtroppo, non è bastata a salvare la vita alla donna”.

Andria, secondo femminicidio in un giorno: marito uccide la moglie

Nella serata di martedì 28 novembre è avvenuto un altro femminicidio. Ad Andria una donna di 41 anni è stata uccisa dal marito cinquantenne all’interno della sua abitazione, nella zona rurale della città a ridotto della strada provinciale 231. L’uomo – secondo quanto si legge sul sito del TGR – ha chiamato il 118 e ha spiegato: “L’ho accoltellata, venite”.

Sul luogo del femminicidio sono subito intervenuti i carabinieri e il magistrato di turno. Al momento dell’omicidio, in casa della coppia erano i due figli minori di 6 e 11 anni. Sempre secondo il sito del TGR l’operatore del 118 che era al telefono con il marito, li avrebbe sentiti urlare. Vincenza Angrisano , questo il nome della vittima, da circa un mese viveva con il marito, Luigi Leonetti, come “separati in casa”. L’uomo non accettava la fine del matrimonio e per questo motivo l’avrebbe aggredita a colpi di arma da taglio.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004