Vacanze, trenta milioni di italiani restano a casa

Più del maltempo poté la crisi. I dati diffusi da Federalberghi non sono confortanti per un settore che è normalmente è tra i più vivaci, soprattutto nel periodo estivo. Gli italiani che hanno già fatto la loro vacanza o che si apprestano a partire sono 28 milioni. Un dato che può sembrare confortante se non si pensa ai 30 milioni che, invece, resteranno a casa. Come sempre ci sono gli stranieri a tenere vivo il turismo italiano con un aumento del 2,5 per cento rispetto all’anno scorso. Ciò che rilevano gli albergatori è che c’è un leggero aumento del movimento degli italiani ma a vantaggio delle destinazioni estere, soprattutto perché oltre confine trovano prezzi più bassi. A sollevare gli operatori nostrani è, comunque, quell’81 per cento che per le vacanze ha scelto località del Belpaese.