Una notte da sogno al museo di Vienna

Chi non ha mai sognato, da bambino, di restare chiuso per una notte in un negozio di dolciumi o in uno di giocattoli? Quello che il Thyssen Bornemisza Art Contemporary (Tba21) di Vienna permette di realizzare è l’equivalente di quel sogno infantile, grazie alla mostra LEBEN di Carsten Höller aperta fino al 23 novembre 2014. Il fascino d rimanere chiusi in un museo da soli, al massimo in due (non sono ammesse più persone) si mescola all’eccitante consapevolezza di essere i soggetti dell’installazione stessa. Ad attendere i visitatori che prenoteranno la loro notte al museo (a un prezzo che varia dai 120 ai 490 euroi) c’è l’Elevator bed, un letto bianco, largo cinque metri che può essere alzato sino a tre metri e mezzo d’altezza, dove si può dormire, accompagnati dal cinguettio di uccellini e dalle note del Longing for lullabies. Come bagno è stato predisposto High psycho tank, un vasca da bagno riempita di acqua con una concentrazione di sali simile a quella contenuta dalle acque del mar Morto. Prima di andare a letto, si possono provare dei dentifrici aromatizzati con degli infusi creati da Höller in collaborazione con il celbre profumiere Ben Gorham. Il check out è previsto dopo la colazione in giardino, passando per la sala dei marmi del palazzo del Belvedere dove si può ammirare Y, l’ultima installazione consistente in un tunnel di luci psichedeliche.