Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Un autobus per noi, uno per i rom”. Apartheid in salsa di centrosinistra

“Servono due linee di autobus, una per noi e una per loro” dice Claudio Gambino, sindaco Pd di Borgare, appena fuori Torino.  Luigi Spinelli, assessore ai trasporti in quota Sel, concorda: “È la soluzione migliore per tutti”. “Loro” sono gli abitanti del campo nomadi, “noi” tutti gli altri. (continua dopo la foto)


L’inedito apartheid in salsa di centrosinistra dovrebbe nascere sul bus 69, che collega  il paese con il capoluogo e ferma anche vicino al campo. Ovvio che lo prendano anche molti rom, ma da anni gli altri passeggeri denunciano di essere vittime di molestie, furti e rapine. (continua dopo la foto)

Dopo polemiche, raccolte firme e proteste su facebook, e dopo aver provato per un paio di settimane anche a mandare i vigili a bordo, l’amministrazione comunale ora vuole sdoppiare la linea, con un 69 che fa il solito tragitto e un 69 bis che ferma solo al campo nomadi. “Non è razzismo -insistono Gambino e i suoi –  è soltanto un modo per risolvere un problema che va avanti da troppo tempo”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004