Turchia, calpesta il corano con i tacchi a spillo: arrestata

“Un’atea che rispetta solo gli esseri umani”, così si definisce. E per dimostrarlo ha postato su twitter un paio di scarpe col tacco rosso sopra le pagine del Corano. Una provocazione che la donna turca @kedibiti, così è nota su twitter, ha pagato cara. Il sindaco di Ankara Melih Gokcek l’ha denunciata e lei è finita in questura. Ora è indagata con l’accusa di “incitamento all’odio religioso” e “blasfemia”.  “L’avevo avvertita che se avrebbe continuato sarebbe stata arrestata – ha spiegato il sindaco -. È il momento della giustizia ora. Non possiamo permettere che questo avvenga di nuovo”. La foto è diventata subito virale su Twitter ed è stata rilanciata anche dai media di mezzo mondo. Gokcec, alla guida della capitale turca per 20 anni, è ormai divenuto celebre per le sue uscite e i suoi commenti, soprattutto quelli contro le donne.