Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“È lei, non ci sono dubbi”. Il corpo della 26enne scomparsa riconosciuto dai tatuaggi

  • Italia

Il corpo di una ragazza di 26 anni è stato trovato questa mattina tra le griglie di una diga del canale. Il corpo è stato identificato dai carabinieri di Verona e Villafranca grazie ai numerosi tatuaggi. Un riconoscimento che ricorda quello di Carol Maltesi, la ragazza uccisa nel bresciano (per il cui omicidio è attualmente in carcere il suo ex Davide Fontana) il cui corpo fu identificato diversi mesi dopo, proprio grazie ad alcuni tatuaggi.

>>“Evviva gli sposi!”. Il Sì in riva al mare per il volto della tv e la sua Anna. E il famoso fratello in prima fila

Caso sul quale aveva contribuito a fare piena luce il giornalista Andrea Tortelli, 44 anni, direttore del giornale locale online BsNews.it. “Dopo qualche ora di indagine mi era già chiaro che le coincidenze tra il cadavere ritrovato a pezzi a Borno e l’attrice hard Charlotte Angie erano troppe. C’era una possibilità su milioni che, nell’arco di qualche centinaio di chilometri, esistessero due donne con medesimo peso”.


Verona, trovato cadavere di una 26enne nel fiume

“Altezza, età e numerosi tatuaggi coincidenti in punti precisi del corpo. Ma, di fronte quell’unica possibilità, ho deciso, per dovere, di fare l’ultima verifica, prendendo contatto diretto con l’utenza telefonica di Carol (a cui, alla fine, Tortelli è risalito tramite un’agenzia che opera nel campo dell’immagine per i locali notturni, per cui la donna aveva lavorato, ndr). Tornando al caso della ragazza trovata nei pressi di Verona.

Sulla causa della morte gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, ma sul corpo erano assenti ferite o segni di violenza fisica. La 26enne aveva problemi di tossicodipendenza; potrebbe essere stata colta da malore dopo essersi tuffata in acqua; non è escluso che il corpo possa essere stato gettato nel canale da un’altra persona.

A trovare il corpo è stato uno dei manutentori del canale, scrive La Gazzetta di Mantova: la ragazza risiedeva a San Martino dall’Argine con la madre e la sorella, ma si era da tempo allontanata sia dalla famiglia che dal paese. Per questo motivo i familiari non avevano presentato denuncia di scomparsa. Si indaga sul suo giro di frequentazioni per capire perché fosse nuda: la corrente potrebbe averle strappato via i vestiti, ma gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004