Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
tragedia lago garda alessandro redaelli

La gita con la famiglia e la tragedia di Alessandro dopo il tuffo davanti a compagna e figli piccoli

  • Italia

Tragedia nel lago di Garda, Alessandro Redaelli disperso. Sono passati ormai due giorni dall’ultimo tuffo del 41enne mentre si trovava in motoscafo con la compagna, i due figli e il cane husky. Era il pomeriggio di domenica 17 luglio quando l’uomo ha deciso di farsi un bagno. Purtroppo, però, pare che Alessandro abbia avuto un malore e la stessa compagna lo ha visto agitarsi in acqua per poi non tornare più a galla.

Alessandro Redaelli sapeva nuotare benissimo, aveva pure il brevetto di soccorritore subacqueo. Subito dopo averlo visto in difficoltà la donna ha chiamato i soccorsi. Così da domenica sono in trenta a cercarlo. C’è l’elicottero, ci sono sommozzatori e volontari del Benaco. Questi ultimi stanno utilizzando il robottino rov che parenti e amici di Greta e Umberto, due giovani falciati da una coppia di tedeschi in motoscafo, hanno regalato per le ricerche. Ma di Alessandro ancora nessuna traccia.

tragedia lago garda alessandro redaelli


Alessandro Redaelli disperso da domenica, continuano le ricerche

A questo punto le possibilità di salvare la vita all’uomo sono nulle, ma i soccorritori hanno una missione da compiere: “Faremo di tutto, non lasceremo nulla di intentato pur di restituire almeno il corpo alla famigli” hanno dichiarato gli uomini della Guardia Costiera. Stanno proseguendo le ricerche in acqua per il terzo giorno consecutivo insieme al personale dei vigili del fuoco, guardia di finanza e volontari del Garda.

tragedia lago garda alessandro redaelli

Alessandro Redaelli era un grande appassionato di astronomia e di lago, sul suo profilo facebook sono numerosi gli scatti che lo ritraggono felice in motoscafo. Alessandro era nato a Lecco, nel rione di Acquate e da giovane era stato anche coordinatore dell’oratorio, come ricordato dal sindaco Mauro Gattinoni. Si era poi trasferito a Peschiera del Garda pochi anni fa dove era responsabile della sicurezza in un’azienda.

Tra le cause più probabili della perdita di sensi di Alessandro Redaelli c’è l’idrocuzione, ovvero una sincope da immersione rapida dovuta alla differenza di temperatura tra il corpo e l’acqua. Il lago in questi giorni ha un temperatura più elevata dovuto al gran caldo, ma solo in superficie. In profondità l’acqua è più fredda di diversi gradi. La pagina facebook di Alessandro è ora invasa da messaggi di chi lo conosceva: “Un ragazzo per bene, un grande lavoratore, un collega sempre gentile. Ciao Ale, ovunque tu sia”, le parole di Rita, un’amica. “Ero la tua maestra all’asilo – dice Nicoletta – Con il tuo sorriso, la tua allegria e la tua vivacità sei entrato nel cuore”.

“Una vera tragedia”. Assiste al suicidio del marito e scappa con i figli, poco dopo la scoperta choc


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004