Questo sito contribuisce alla audience di

“Papà, svegliati”. Trovato morto dalla figlia nel letto, Francesco aveva solo 42 anni

Tragedia a Pineto nel teramano, un uomo di 42 anni, Francesco Lelli, è morto in casa. A trovare il suo corpo è stata la figlia di 10 anni. A quanto si apprende infatti la piccola era andata a svegliare i genitori la mattina presto nel giorno di Santo Stefano: se la mamma ha subito risposto agli appelli della bambina, non è stato lo stesso per il papà, che non rispondeva e appariva esanime. Non è appena si è resa conto della gravità della situazione la moglie ha subito allertato i soccorsi.


Nonostante i soccorsi immediati (l’ambulanza del 118 è arrivata in pochissimo tempo) per Francesco Lelli non c’è stato nulla da fare. Accertate le cause naturali della morte, il pm di turno ha dato subito il nulla osta alla sepoltura e la salma, dopo l’esito negativo del tampone anti Covid, è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Atri. Il giovane lascia la moglie Fiorenza, e l’amata figlia Alisia.

francesco lelli


“Francesco Lelli la persona più buona del mondo”, dice un amico, che al Corriere Adriatico racconta di quanto Francesco sia stato sfortunato nel suo passato. Dopo aver perso il fratello maggiore quando era bambini, sei anni fa aveva perso la mamma (per una grave malattia), e due mesi fa anche il papà. Una morte del genere non è purtroppo un caso isolato.


ambulanza


Francesco Lelli è stato vittima di quella che comunemente viene chiamata morte improvvisa. Per morte cardiaca improvvisa (Sudden Cardiac Death, SCD) si intende una morte inaspettata determinata da cause di origine cardiaca. La definizione di SCD, secondo Myerburg (1980) è una “Morte naturale, preceduta da improvvisa perdita della conoscenza. Che si verifica entro 1 ora dall’inizio dei sintomi, in soggetti con o senza cardiopatia nota preesistente, ma in cui l’epoca e la modalità di morte sono imprevedibili”.

pronto soccorso


Normalmente, “morte cardiaca improvvisa” ed “arresto cardiaco” sono considerati come sinonimi, anche se da un punto di vista fisiopatologico, la morte cardiaca improvvisa è conseguenza dell’arresto cardiaco. Ossia dalla cessazione della funzione di pompa del cuore, e quindi dalla interruzione della circolazione del sangue a tutto l’organismo.

Pubblicato il alle ore 10:19 Ultima modifica il alle ore 10:19