Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Simone Sperduti

Simone, ucciso a 20 anni: la scoperta choc sul poliziotto che lo ha investito e ucciso

  • Italia

Si chiamava Simone Sperduti il ragazzo deceduto sulla via Prenestina a Roma nel drammatico incidente stradale avvenuto in corrispondenza dello svincolo per il Grande raccordo anulare. Fatale per lui si è rivelato lo scontro con un’auto mentre si trovava alla guida del suo scooter. Simone Sperduti è morto intorno alle 4 del mattino di mercoledì 24 agosto, a Roma.

Il giovane stava percorrendo il tratto a bordo del suo scooter, Honda Sh 300, diretto verso il centro città, mentre l’auto che lo ha investito, una Opel Meriva, stava per imboccare, secondo una prima ricostruzione della polizia locale, la rampa per immettersi sul Grande raccordo anulare.

Simone Sperduti


Simone Sperduti è morto in un incidente sulla via Prenestina

A bordo dell’automobile un agente di polizia già sospeso dal servizio da qualche mese. L’uomo, risultato positivo all’alcool test e a quello sul consumo di droga a cui è stato sottoposto dopo l’incidente, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale. Sul caso indagano gli agenti della Polizia Locale. Il poliziotto ha avuto un passato nella celere, poi il trasferimento alla Polfer, quindi la sospensione dal servizio 2per motivi di salute”, adesso è accusato di omicidio stradale.

Simone Sperduti

Simone Sperduti aveva 19 anni e ne avrebbe compiuti 20 il prossimo dicembre. Viveva a Centocelle, voleva diventare vigile del fuoco come il padre e per questo aveva fatto il concorso. Nel frattempo, per non restare con le mani in mano, aveva trovato lavoro come magazziniere. “Con lui andavamo a scuola in viale della Primavera – ricorda Simone Bacchi, geometra 19enne – siamo stati compagni di banco per tre anni. Ci vedevamo in comitiva a largo Agosta, lì abita sua nonna, alla quale Simone era molto affezionato. E poi lì intono c’era la sua vita”.

“Simone Sperduti era un pezzo di pane, un ragazzo sempre allegro, disponibile – ricorda ancora l’amico – Martedì sera era uscito con gli amici, avevano scritto anche a me, non ho risposto perché avevo da lavorare”. I genitori, in ferie da soli due giorni, sono tornati da Cervia per il triste riconoscimento del corpo.

Follia sull’autostrada italiana: 8mila euro di multa e patente ritirata all’autista del tir


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004