“Siamo certi, come è morta”. Trovata senza vita in casa, l’autopsia su Serena Fasan risolve il giallo

Tragedia a Castelfranco Veneto (Treviso): una donna di 37 anni è stata trovata senza vita in casa. Serena Fasan, è stata ritrovata senza vita dal compagno Matteo Piva. Lavorava come farmacista: lascia un figlio di due anni. Appena il compagno si è reso conto che la donna non dava segni di vita ha chiamato i soccorsi. In poco tempo l’ambulanza è giunta in via Ponchini 17, quartiere Avenale. Ma per la 37enne non c’è stato nulla da fare: medici giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Sin da subito la vicenda è stata avvolta dal mistero, anche perché lo zio di Serena Fasan, Simone, si è ucciso gettandosi dal ponte del torrente Astego, tra Borso e Crespano, nel comune di Pieve del Grappa. L’automobile di Simone Fasan è stata ritrovata poco distante dal ponte. Per recuperare la salma, alle tre di notte tra mercoledì 25 e giovedì 26 agosto, sono intervenuti i vigili del fuoco di Castelfranco Veneto e il Suem 118.

serena fasan e il compagno matteo

Gli inquirenti hanno avviato le indagini per scoprire le cause della morte di Serena Fasan. La procura di Treviso apre un fascicolo di inchiesta. Nessun indagato fra i nomi, ma il reato ipotizzato è quello di omicidio volontario. Si attendevano i risultati dell’autopsia sul corpo della donna per avere un quadro migliore della situazione. Sul collo della ragazza sono stati rinvenuti dei segni e hanno destato più di qualche sospetto.


serena fasan morta cause naturali

Ma nelle ultime ore sono arrivati i risultati dell’autopsia effettuata dal medico legale Alberto Furlatto: la donna è deceduta per cause naturali. I segni presenti sul collo della povera Serena si sono confermati essere quello che già era stata più di una ipotesi al termine dell’esame cadaverico estero, ovvero le probabili tracce di una manovra resuscitativa effettuata quasi certamente da una persona poco avvezza alle pratiche mediche.

serena fasan morta cause naturali
serena fasan morta cause naturali

Esaminate dall’interno la pressione non ha lasciato tracce o ecchimosi, sgombrando una volta per tutte l’ipotesi della morte dovuta ad una aggressione. Resta da capire la causa e la natura del malore che si è portato via Serena Fasan: per questo bisognerà attendere l’esito degli esami sugli organi interni e dei test tossicologici che sono stati effettuati e il cui risultato sarà disponibile non prima di 45 giorni.

Pubblicato il alle ore 11:34 Ultima modifica il alle ore 11:34