serena fasan morta 37 anni zio suicida

Serena trovata morta in casa, aveva 37 anni. Poche ore dopo un’altra tragedia in famiglia: 118 e carabinieri sul posto

Tragedia a Castelfranco Veneto. Una donna di 37 anni, Serena Fasan, è stata ritrovata senza vita dal compagno Matteo Piva. La vicenda è avvolta dal mistero: Serena è stata trovata riversa nel corridoio della loro abitazione nella serata di mercoledì 25 agosto, poco prima delle 19. La donna, che lavorava come farmacista, lascia un figlio di due anni che in quel momento stava dormendo nella stanza accanto. Vicino a sé aveva un cellulare, forse ha tentato di chiamare aiuto.

Il compagno, appena resosi conto che Serena non dava segni di vita, ha chiamato il 118. In poco tempo l’ambulanza è giunta in via Ponchini 17, quartiere Avenale. Ma per la 37enne non c’è stato nulla da fare. i medici giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso. A poche ore dalla sua morte un’altra tragedia ha colpito la famiglia: lo zio di Serena, Simone, si è ucciso gettandosi dal ponte del torrente Astego, tra Borso e Crespano, nel comune di Pieve del Grappa.

serena fasan morta 37 anni zio suicida

Due morti avvolte nel mistero che i carabinieri sono chiamati a svelare. Prima il ritrovamento da parte del compagno del corpo senza vita di Serena Fasan. Ora il suicidio dello zio. Non si sa ancora se tra le due morti ci sia un collegamento, ma il fatto che siano avvenute a poche ore di distanza è un indizio forte. A lanciare l’allarme sono stati i familiari di Simone che, non trovandolo, hanno avvertito le forze dell’ordine.


serena fasan morta 37 anni zio suicida

L’automobile di Simone Fasan è stata ritrovata poco distante dal ponte. Per recuperare la salma, alle tre di notte tra mercoledì 25 e giovedì 26 agosto, sono intervenuti i vigili del fuoco di Castelfranco Veneto e il Suem 118. Intanto i carabinieri stanno cercando di ricostruire anche la dinamica che ha portato alla morte di Serena Fasan. Nella sua abitazione anche il medico legale: inizialmente non erano stati trovati né segni di effrazione in casa né segni di violenza sul corpo della donna. Ma nelle ultime ore sono emersi nuovi particolari.

A quanto pare sul collo di Serena Fasan sono stati trovati dei segni, come di uno strangolamento. In questo caso sarebbe da scartare la prima ipotesi che parlava di un malore. Vale la pena ricordare che la donna godeva di ottima salute. Toccherà ora all’autopsia sciogliere i tanti dubbi sulla morte di Serena. Il corpo della 37enne è stato portato nell’obitorio di Treviso, a disposizione dell’autorità giudiziaria. A questo punto si ipotizza che il suicidio dello zio possa essere stato provocato dallo shock per la morte della nipote.

Pubblicato il alle ore 14:00 Ultima modifica il alle ore 14:00