Maltempo: coppia scomparsa in Sicilia, ritrovato il cadavere dell’uomo. Si cerca ancora la moglie

È stato trovato il corpo dell’uomo di 67 anni disperso ieri sera con la moglie a Scordia, centro della Piana di Catania colpito da un nubifragio. Era in un agrumeto distante dal luogo nel quale era erano stati visti l’ultima volta, in contrada Ogliastra. A dare la notizia sono stati i vigili del fuoco di Catania: ancora dispersa la moglie. L’allarme era scattato nel pomeriggio di ieri. A lanciarlo un uomo rimasto bloccato dentro la sua auto per la presenza di un fiume di acqua e fango in strada.


Marito e moglie erano stati sorpresi investiti dalla furia dell’acqua di un torrente di campagna a Scordia ingrossato dalle forti e abbondanti piogge cadute fin dal pomeriggio di ieri. Un’ondata di maltempo eccezionale e violenta quella che ha colpito la Sicilia. Dalla tarda mattina di ieri forti raffiche di vento e pioggia hanno interessato il versante orientale dell’isola.

Maltempo, insieme a Scordia colpita tutta la Sicilia orientale

A Scordia materiale fangoso misto a detriti ha ostruito numerose strade di collegamento tra cui la strada provinciale 16. Per fronteggiare le numerose richieste di soccorso la Direzione Regionale Sicilia ha disposto l’invio in rinforzo di personale specializzato nel soccorso acquatico dai comandi di Palermo, Messina e Ragusa. L’ondata di maltempo ha interessato anche un’altra regione italiana.



Oltre alla Sicilia e Scordia la giornata di ieri ha messo in ginocchio la Calabria tra le province di Reggio Calabria e Vibo Valentia. Nelle due province le squadre hanno svolto 180 interventi di soccorso, la maggior parte dei quali per alberi abbattuti dal vento, tetti divelti e messa in sicurezza di elementi e strutture pericolanti. Intanto vanno avanti gli interventi.


Scrive Adnkronos come decine siano stati gli interventi ieri dei carabinieri della Compagnia di Augusta a Francofonte e Lentini, nel Siracusano. Sotto il costante coordinamento della Prefettura di Siracusa, militari, vigili del fuoco e personale della Protezione civile sono entrati in azione. In particolare, le strade provinciali in direzione di Scordia e tra Carlentini e la frazione di Pedagaggi non erano transitabili per la presenza di detriti, fango e alberi caduti.

Pubblicato il alle ore 12:28 Ultima modifica il alle ore 12:28