Sara D'Apolito morta follonica 2

“Addio, Sara”. A 19 anni la sua vita finisce sulla strada: “Non è giusto così…”

Si chiamava Sara D’Apolito, aveva 19 anni ed è l’ennesima vittima della strada. La giovane, dopo una giornata di lavoro, stava andando a incontrare gli amici di Pienza che erano in villeggiatura a Follonica. Purtroppo però Sara non arriverà mai. La sua Yaris è finita contro un grosso albero e la vita di questa 19enne si è spezzata per sempre. Per lei, che era alla guida, non c’è stato nulla da fare, Sara è morta sul colpo. La giovane e una sua amica, Isabella, erano partite alle 21 al termine della sua giornata di lavoro stagionale in un camping di Punta Ala.

Le due sono salite in auto direzione Follonica, avrebbero passato qualche giorno col resto del loro gruppo. “Sto partendo – le sue parole – non impiegherò molto”. Il tratto di strada è breve. Una ventina di chilometri di tragitto prevalentemente senza grandi curve. Si tratta della provinciale delle Collacchie, vicino al ’Puntone’. Ma quando Sara D’Apolito si trova a pochi chilometri di distanza dagli amici, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri del radiomobile di Follonica, la sua Yaris sbanda finendo contro un grosso albero che si trova ai margini dell’altro lato della carreggiata.

Sara D'Apolito morta follonica 2

Non si sa cosa sia capitato, forse un colpo di sonno, forse una distrazione, nessuno lo sa con certezza. Inutili i soccorsi chiamati dagli automobilisti che transitavano in quello momento sulla provinciale. I sanitari del 118 hanno prontamente attivato Pegaso con la speranza di poter rianimare Sara D’Apolito e trasferirla all’ospedale di Grosseto, ma per lei non c’è stato nulla da fare.


Sara D'Apolito morta follonica 2

Mentre tutte le operazioni di soccorso erano in corso, gli amici, che stavano aspettando Sara D’Apolito, non vedendo arrivare la giovane, si sono preoccupati. Di qui una serie di telefonate al suo cellulare per sapere dove fosse finita. Invano. Tutte chiamate senza risposta.

Sara D'Apolito morta follonica 2

Verso le 23 una chiamata al cellulare di Isabella, proveniente dal numero di Sara D’Apolito, svela la tragedia. Dall’altro capo del telefono sono i carabinieri che hanno chiamato l’ultimo numero digitato dalla ragazza ormai morta: “La sua amica ha avuto un incidente stradale – le parole dei militari –. Venga…”. Un incubo.

Pubblicato il alle ore 13:09 Ultima modifica il alle ore 13:09