Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Santa Severa annega bimbo di 2 anni

Choc in spiaggia, Francesco annega a 2 anni. Ascoltata la baby sitter

  • Italia

Santa Severa, annega bimbo di 2 anni. La tragedia nel pomeriggio di ieri. A raccontare i fatti il quotidiano romano Il Messaggero. A quanto si apprende il bimbo, di nome Francesco, era nello stabilimento Nuova Oasi, sul lungomare Pyrgi a Santa Severa affidato alla babysitter. Secondo una prima ricostruzione, il piccolo stava giocando con la sabbia insieme alla sorella, sotto l’ombrellone, ma si sarebbe allontanato per raccogliere l’acqua con un secchiello.


Appena arrivato in mare, avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe caduto in avanti, annegando in pochi istanti e senza che nessuno si accorgesse di lui. A dare l’allarme per prima è stata donna, una 50enne italiana e amica di famiglia del piccolo Francesco, alla quale era stato affidato dai genitori in quel momento non a Santa Severa. Una persona di fiducia.

Santa Severa annega bimbo di 2 anni


Santa Severa, annega bimbo di 2 anni: era con la baby sitter


Secondo quanto emerso in questa prima fase di indagine, la donna si sarebbe distratta dopo aver parlato per qualche minuto al telefono. Una verità che, se confermata dagli inquirenti, renderebbe il quadro ancora più drammatico. L’ambulanza sarebbe arrivata poco dopo ma per il piccolo Francesco non c’è stato nulla da fare. La Procura di Civitavecchia ha avviato un’inchiesta e i carabinieri di Santa Severa stanno cercando di ricostruire l’accaduto. (Leggi anche Choc in piscina, annega a 20 mesi sotto gli occhi della madre: soccorsi inutili)

Santa Severa annega bimbo di 2 anni


Si lavora anche per determinare le misure di sicurezza adottate dallo stabilimento balneare e sull’assistenza ai bagnanti in quel tratto di mare. Nessuno infatti si sarebbe accorto del bimbo e della sua andatura caracollante verso il mare, né del suo annegamento. Intervistato da Repubblica il titolare dello stabilmento, Andrea Bianchi è scoppiato in lacrime.

Santa Severa annega bimbo di 2 anni


Scrive ancora Repubblica come qualcuno che ha assistito ai tentativi di salvare il bimbo polemizza sull’assenza di un defibrillatore. Sulle dotazioni e l’organizzazione dello stabilimento non sembrano muovere rilievi neppure gli investigatori. “Ci siamo mossi subito tutti quando è stato dato l’allarme, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Ci siamo mossi noi e anche chi era in spiaggia”.

Choc in spiaggia, si accascia e muore sotto gli occhi del marito: soccorsi inutili


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004