Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Dramma sulla provinciale, Sara si scontra e muore. È stato il padre a trovarla

  • Italia

Non c’è stato niente da fare per Sara Viva Sorge: quando i soccorsi sono arrivati era già morta. I suoi 27 anni si erano spenti lungo la strada provinciale che collega San Vito dei Normanni a San Michele Salentino in provincia di Brindisi. Per un terribile scherzo del destino a trovare la ragazza è stato il padre: era preoccupato perché non la vedeva rientrare, così ha preso l’auto e ha iniziato a percorrere la provinciale senza sapere che di lì a poco si sarebbe trovato di fronte la Renault Twingo bianca nel terreno.


L’auto di Sara Viva Sorge, aveva finito la sua corsa contro in palo. A quanto si apprende la ragazza, infermiera, stava tornando a casa dopo il turno di notte presso la struttura riabilitativa “San Raffele” di Ceglie Messapica. Ancora incerta la dinamica ma pare che alla base dell’incidente, capitato intorno alle 6.30, ci possa essere il manto stradale reso viscido dall’asfalto.

pronto soccorso brindisi


Sara Viva Sorge, la nota della CGIL Brindisi

Sul posto sono arrivati carabinieri, polizia locale e sanitari del 118 arrivati contestualmente al padre della giovane. I soccorsi, infatti, sono stati chiamati da alcuni automobilisti che percorrevano la provinciale in quel momento. La morte di Sara Viva Sorge ha scatenato immediatamente delle reazioni. Tra queste quella della CGIL di Brindisi che ha affidato il suo pensiero a un lungo post.

sara viva sorge morta incidente


“Sara Viva Sorge, infermiera, lavorava da 20 giorni alla Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica, è morta per un incidente in itinere mentre lasciava il lavoro. Era una ragazza di soli 27 anni, aveva fatto 2 notti consecutive dopo un turno settimanale piuttosto impegnativo, dato il carico di lavoro a cui vengono sottoposti i dipendenti della struttura, come avevamo denunciato più volte in varie missive e comunicati”.

ambulanza brindisi


“Questa volta non si è trattato di un infortunio in un cantiere o dentro una fabbrica, ma come si dice in gergo, di un infortunio in itinere. Non per questo è meno drammatico e meno grave e non solleva tutta la comunità da alcuni interrogativi”. I funerali di Sara Viva Sorge non sono ancora stati fissati.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004