Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Trovato pezzo di un cranio”. Saman Abbas, lungo il fiume la scoperta sulla 18enne scomparsa

  • Italia

Caso di Saman Abbas, la scoperta degli inquirenti. La notizia viene diffusa dall’edizione locale del Resto del Carlino. Si apprende, infatti, che il caso della diciottenne pachistana della quale non si hanno più tracce dallo scorso maggio, potrebbe arrivare a una svolta in seguito a un ritrovamento, nello specifico un frammento osseo, trovato nell’area del Lido Po di Boretto dai carabinieri il 3 novembre.

Dal momento della scomparsa della diciotenne le ricerche non si sono mai arrestate, concentrandosi di recente nei paesi rivieraschi sul Po alla luce delle dichiarazioni rilasciate al gip dal fratello minorenne di Saman che avrebbero fatto riferimento alle parole di un cugino dette durante una riunione di famiglia.

Saman Abbas ritrovamento frammento osseo


Il ragazzo avrebbe raccontato durante l’incidente probatorio in audizione protetta di aver sentito espressioni come: “Uccidete, sennò io porto… cioè, ci sono… ho il motorino, facciamo piccoli pezzi e buttiamo nel… Guastalla, no? C’è un fiume, buttiamo là. Lei fa troppe cose, mette pantaloni, eh… fuori dalla musulmana”.

Saman Abbas ritrovamento frammento osseo

Ed è proprio nella zona del Po che gli inquirenti hanno rinvenuto un frammento osseo, presumibilmente riconducibile al cranio. Un reperto significativo alla luce delle indagini già affidato ai Ris di Parma dalla Procura di Reggio Emilia, per procedere alle analisi. Infatti la sostituto procuratore Laura Galli, pm titolare dell’inchiesta, ha ordinato l’esame specialistico per estrarre il profilo biologico del Dna e comprendere se questo possa essere ricondotto o meno a quello di Saman Abbas.

Saman Abbas ritrovamento frammento osseo
Saman Abbas ritrovamento frammento osseo

Ma le analisi si concentreranno anche su alcuni abiti sequestrati nel mese di novembre direttamente nel casolare dove la famiglia Abbas lavorava. Gli indumenti appartengono a Danish Hasnain, lo zio di Saman al momento indagato come esecutore materiale del delitto di Saman e condotto dunque in carcere a Parigi in attesa di estradizione.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004