saman abbas interrogatorio fratello

“È saltato fuori dall’interrogatorio”. Saman Abbas, il fratello della ragazza scomparsa ‘sotto torchio’

Emergono particolari sempre più inquietanti sulla fine di Saman Abbas. La ragazza di origini pachistane si era opposta a un matrimonio combinato e voleva andarsene dalla famiglia, dopo essere ritornata a casa per un breve periodo. Il suo corpo non è ancora stato trovato. Ma la 18enne sarebbe stata uccisa per strangolamento. Le forze dell’ordine stanno ancora facendo le ricerche nei campi di Novellara, dove si pensa sia stata sepolta dai familiari. I quali sono accusati di omicidio premeditato aggravato da futili motivi.

Lo zio Danish è ricercato in mezza Europa insieme agli altri indagati: i genitori di Saman, Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, fuggiti in Pakistan, e il cugino Nomanulhaq Nomanhulaq che pure si presume sia in Europa. L’altro cugino indagato, Ikram Ijaz, unico arrestato della vicenda, ha assistito all’audizione in videocollegamento dal carcere di Reggio Emilia. In alcune immagini videoregistrate si vedono tre uomini con una pala, per gli investigatori sarebbero lo zio e due cugini della ragazza. Il fratello di Saman è stato interrogato nella giornata di oggi, venerdì 18 giugno. Il 16enne ha raccontato che l’autore materiale dell’omicidio sarebbe lo zio.

saman abbas fratello interrogatorio genitori

Il fratello di Saman Abbas, rintracciato il 10 maggio mentre stava lasciando l’Italia e da allora in una comunità protetta, era già stato sentito e aveva detto che lo zio gli aveva confessato di aver ucciso la giovane. Ora emergono altri particolari. Il fratello di Saman avrebbe protetto i genitori nel corso dell’interrogatorio di fronte al gip Luca Ramponi e alla pm Laura Galli. La circostanza è stata confermata dall’avvocato dello zio Danish, Lalla Gherpelli.


saman abbas fratello interrogatorio genitori

Queste invece le parole dell’avvocato del 16enne, Valeria Miari: “Vuole tornare in Pakistan dai genitori? Non lo so. Ma deciderà il tutore affidatogli dalla Procura dei Minori”. Intanto il giovane si trova in una comunità protetta, ma avrebbe già tentato di fuggire. “La posizione del mio assistito dopo l’incidente probatorio resta uguale” così parla l’avvocato dello zio Danish Hasnain, ritenuto l’autore materiale dell’omicidio di Saman Abbas. Lo stesso legale conferma che il fratello ha ribadito le accuse nei confronti dello zio.

saman abbas fratello interrogatorio genitori
saman abbas fratello interrogatorio genitori
saman abbas fratello interrogatorio genitori

L’avvocato Lalla Gherpelli afferma di non aver ancora parlato con Danish. E sull’interrogatorio del fratello di Saman dice: “È stata un’udienza non semplicissima. Il fratello di Saman era molto preparato e si è mostrato tranquillo. C’era la traduttrice interprete di lingua Urdu, ma parla e comprende bene l’italiano. Abbiamo fatto domande a lui direttamente. Ha risposto a tutto e nessun quesito è stato respinto dal gip”.

Pubblicato il alle ore 19:20 Ultima modifica il alle ore 20:12