saman abbas datore lavoro padre.

“Torno e ti spiego tutto…”. Saman Abbas, la telefonata del padre Shabbar al datore di lavoro

Dopo la pausa estiva Chi l’ha visto? è tornato in onda per la nuova stagione e nella prima puntata Federica Sciarelli ha trattato nuovamente il caso di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa dopo aver rifiutato un matrimonio combinato dalla famiglia.

Della giovane non si hanno più notizie dal 30 aprile scorso e nonostante i controlli durati oltre due mesi nell’area dell’azienda agricola di Novellara, dove abitavano e lavoravano i suoi genitori, del corpo della giovane ancora nessuna traccia. Secondo gli inquirenti l’omicidio della giovane è stato maturato nell’ambito familiare quando Saman Abbas si è rifiutata di tornare in Pachistan per sposare un cugino. Un vero affronto per gli Abbas, che avrebbero organizzato una trappola per porre fine alla vita della ragazza. Il fratello minore di Saman Abbas, Alì, avrebbe infatti attribuito allo zio la paternità del delitto.

saman abbas datore lavoro padre

Il 16enne è considerato un teste attendibile e nel corso dell’interrogatorio ha raccontato che lo zio Danish Hasnain si sarebbe offerto di traslare il cadavere a Guastalla e, se necessario, di farlo “a piccoli pezzi” e nella puntata di Fuori dal Coro di Mario Giordano un amico della diciotenne, in una chat con la giornalista della trasmissione, ha spiegato di aver parlato con la mamma di Saman, la quale avrebbe confermato l’omicidio della figlia da parte dello zio Danish.


saman abbas datore lavoro padre

A Chi l’ha visto? ha invece parlato William Bartoli, fondatore dell’azienda agricola di Novellara in cui lavoravano gli Abbas. L’uomo ha parlato del padre di Saman spiegando “aveva imparato a fare le pizze”, che era “bravo, affidabile” sul lavoro. William Bartoli è stato uno degli ultimi a sentire telefonicamente Shabbar Abbas, il padre della 18enne.

Nell’intervista rilasciata a Chi l’ha visto?, il fondatore dell’azienda agricola ha spiegato: “Mi ha detto: ‘Il 10 vengo e ti spiego tutto. Poi hanno detto che Saman era andata all’estero, in Belgio”. Bartoli ha poi spiegato che i genitori dei Saman “sono andati via alla svelta”. “Se avessi saputo dei dissidi e di questi problemi avrei parlato con Shabbar e gli avrei detto di non costringere la figlia a sposare un uomo di cui non era innamorata”.

Pubblicato il alle ore 10:00 Ultima modifica il alle ore 10:00