Sorpassa le auto ferme per un incidente e lo scontro è inevitabile. Concetta e Carlo morti sul colpo, lui illeso

Rovigo, incidente mortale sulla strada Romea, gli ultimi aggiornamenti. A perdere la vita dopo lo scontro frontale avvenuto sulla Romea nel tardo pomeriggio tra un Suv Jeep Compass bianco e una Alfa Romeo Gt grigia, i due siciliani Carlo Cavaleri e Concetta Bilardi. Il conducente alla guida del Suv, uscito miracolosamente illeso, è stato sottoposto alle analisi tossicologiche. Poi la decisione.

Supera le macchine in fila sulla Romea, a bordo del Suv, ma la manovra conduce inevitabilmente allo scontro frontale con il veicolo che procedeva in direzione opposta. Non appena scattato l’allarme, sul posto sono prontamente intervenute le squadre dei carabinieri e dei vigili del fuoco, oltre ai soccorsi sanitari.

Rovigo scontro frontale due vittime arresto conducente

I due siciliani a bordo dell’Alfa Romeo, purtroppo, sono stati dichiarati deceduti sul colpo, mentre il 44enne ha riportato solo qualche ferita. Per il 44enne alla guida del Suv, originario di Ascoli Piceno, è stato disposto un primo immediato controllo con l’etilometro sul posto, poi il trasferimento in ospedale per ulteriori analisi, tossicologiche.


Rovigo scontro frontale due vittime arresto conducente

Non solo. Per il conducente del Suv è stato disposto l’arresto con l’accusa di omicidio stradale plurimo. Infatti stando alla ricostruzione fornita dai carabinieri la vettura con le due vittime aveva avuto il via libera all’altezza del rallentamento dove vigeva il senso unico alternato quando il Suv avrebbe azzardato la manovra di sorpasso procedendo anche a forte velocità e nel senso opposto di marcia.

Rovigo scontro frontale due vittime arresto conducente
Rovigo scontro frontale due vittime arresto conducente

A quel punto lo schianto era quanto mai inevitabile e per i due siciliani nessuna speranza. E in merito al conducente, disposti gli arresti domiciliari. Inoltre si resta in attesa dei risultati dei test tossicologici, che potrebbero fornire ulteriori dettagli sulla drammatica vicenda.

Pubblicato il alle ore 08:43 Ultima modifica il alle ore 08:49