“Ascoltata in procura”. Rosalinda Cannavò davanti ai pm. Colpa di una bruttissima storia che non convince fino in fondo

Rosalinda Cannavò davanti ai magistrati. L’ex vippona del Grande Fratello Vip ascoltata oggi in procura. Un bel cambio di registro per Rosalinda che, in questi giorni, è sempre più presa da Andrea Zenga. I due, nonostante le varie critiche subite sul web, stanno rispondendo con l’amore anche se l’attrice siciliana è quella che ha incassato in maniera più dura le offese.

Stamani, come detto, Rosalinda si è presenta in procura. Il caso è quello dello sceneggiatore Teodosio Losito la morte del è sopraggiunta il 9 gennaio del 2019, ma le dinamiche non sono mai state chiarite. Quello che è certo è che Teodosio Losito si è provocato la morte tramite suicidio, lasciando sconvolti familiari, amici e colleghi. I pm di Roma indagano per istigazione al suicidio. Proprio l’attrice siciliana ha lambito il caso denominato dai media ‘Ares Gate’ nel corso del Grande Fratello Vip 5, parlandone con Massimiliano Morra. Continua dopo la foto


Entrambi “hanno fatto riferimento ad una presunta setta di cui entrambi avrebbero fatto parte e facendo riferimento anche al produttore scomparso”, spiega sempre l’Ansa. E Adua aveva così parlato“Tu hai visto cosa è successo? Noi infatti ci siamo rivisti a quell’evento, tu eri in disparte dietro. Io da quel momento sono scappata da loro, di nascosto. Io non ero lì quando è successa quella cosa. Quella cosa brutta l’ho scoperta il giorno dopo alle 7 del mattino. Lui mi mandò un messaggio”. Continua dopo la foto

E ancora: “ Io gli volevo bene e so che anche tu ne volevi a lui. Ho subito fatto il suo numero e purtroppo non mi rispondeva, ovviamente. Io se rimanevo facevo la sua fine. Tu non sai cosa ho passato! Ero veramente sola e avrei fatto quella fine lì. Lui è morto il 9 gennaio. il Natale prima mi accompagnò lui in aeroporto e mi abbracciò fortissimo e mi disse che aveva bisogno di calore umano, non me lo dimenticherò mai”. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
E conclude “Con quella sua cosa che ha fatto lui ha liberato me, altrimenti non sarei stata qui. Tanto sappiamo chi è l’artefice di tutto questo schifo. Ma tanto poi il karma… siamo riusciti ad uscirne tutti fuori. Non ci meritavamo quello che è capitato. Forse però ci siamo fortificati dopo aver subito tutti quelle cose. Ci siamo liberati dal male. Eravamo infelici, tristi depressi, ma come facevamo a stare lì? Io comunque mi sogno anche Teo con il lupetto e poi l’altro che mi abbracciava con il suo sorriso e mi pugnalava nella schiena. Dici che lui è Lucifero? Lo sappiamo. Ma tu preghi? Ti consiglio, prega, fidati che serve. E l’altro? lui mi ha rovinato la vita, mi ha dato tanto però mi ha rovinata. Dicevano anche che mi drogavo.

Ti potrebbe interessare: Sorpresa Dayane Mello, cambia di nuovo tutto: “Ho telefonato a Rosalinda Cannavò”