rosa ciraci morta travolta cancello

Schiacciata dal cancello di casa Rosa è morta sul colpo: il marito non si è accorto di nulla. Indaga la Procura

Tragedia a Monopoli, in provincia di Bari. Rosa Ciraci, un’insegnante di 57 anni, è morta dopo essere stata travolta dal cancello di casa. A quanto pare la donna stava attraversando l’ingresso a piedi quando è stata schiacciata dal pesante cancello. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri coordinati dalla pm di turno di Bari Grazia Errede. La procura, a quanto si apprende, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, per il momento a carico di ignoti.

L’incidente è avvenuto ieri, giovedì 12 agosto, in una zona di campagna, in contrada Bellocchio. Sembra che il cancello sia uscito dai binari e abbia colpito alla testa e poi travolto la signora Rosa. Sul posto sono giunti gli operatori sanitari del 118, ma al loro arrivo la donna era già morta. Il marito in quel momento si trovava in casa, ma non si è accorto di nulla. A dare l’allarme è stato un postino che è passato nei pressi dell’abitazione dove è avvenuta la tragedia.

Il corpo della povera Rosa Ciraci è stato trasportato al Policlinico di Bari per l’esame esterno cadaverico. Dalla procura fanno sapere che non verrà comunque effettuata alcuna autopsia, dal momento che la causa della morte è chiara. Massima attenzione, invece, sul cancello che ha provocato la morte della donna. Verrà eseguita una consulenza tecnica e nella mattinata di venerdì 13 agosto è già stato effettuato un sopralluogo.


rosa ciraci morta travolta cancello

Secondo quanto sta emergendo dai primi controlli sembra che nella villa siano stati effettuati di recente dei lavori di manutenzione. E il cancello sarebbe stato interessato da questa attività. Dunque gli inquirenti si concentreranno sulle modalità di esecuzione dei lavori e sui pezzi utilizzati per gli ingranaggi.

rosa ciraci morta travolta cancello

Subito dopo la notizia sono stati numerosi i messaggi di cordoglio arrivati tramite social: “Ciao maestra Rosy – scrive l’Asd Sipario di Nuan a Monopoli – Rosa Ciraci, sei rimasta sempre tale per me… Sei rimasta maestra perché avevi sempre tanto da insegnare a tutti. Soprattutto la gentilezza e la voglia di vivere”. “Maestra Rosy resterai nei nostri cuori ed in quelli dei nostri/tuoi bambini che ti volevano bene – dice una mamma, Antonella – Eri dolce e allegra, eri speciale quando durante la Dad ti dedicavi al risveglio muscolare con i bimbi prima di iniziare la tua lezione. Un abbraccio ovunque tu sia maestra Rosy, da noi!”.

Pubblicato il alle ore 17:31 Ultima modifica il alle ore 17:31