Incidente Roma Romano Misino Morto

“Un taxi non si è fermato”. Dramma sulla strada, Romano muore a 51 anni: lascia moglie e due figli

Ancora un grave incidente stradale in Italia. Stavolta a morire è stato un uomo di 51 anni, Romano Misino. L’impatto con la sua moto è stato terribile, con il mezzo a due ruote che ha finito la sua corsa contro un palo della luce. Ma alcuni testimoni hanno parlato di una dinamica dei fatti, che coinvolgerebbe un’altra persona, anche se ovviamente spetterà agli agenti della polizia locale e della polizia di Stato, intervenuti sul posto dopo l’accaduto, accertare eventuali responsabilità e chiarire i punti ancora oscuri del sinistro.

Per cercare di fare piena luce sull’incidente che si è portato via per sempre Romano Misino, saranno guardate scrupolosamente le immagini derivanti dalle telecamere di videosorveglianza presenti nell’area interessata. In particolare, un uomo che si trovava sul luogo del sinistro mortale ha diffuso delle immagini del fatto e ha fatto un accorato appello affinché possa essere fatta chiarezza. E ha parlato di un altro mezzo, che avrebbe causato la perdita del controllo della moto e il successivo decesso del 51enne.

Romano Misino Morto Incidente Stradale Roma

Romano Misino è deceduto nella giornata del 6 dicembre a Roma, esattamente in via Tuscolana. Stava per raggiungere il posto di lavoro, quando è avvenuta la fatalità. Questa la denuncia del testimone, riportata su Facebook: “Un taxi proveniente da via di Rocca di Papa si immette su via Tuscolana direzione centro senza accorgersi dei veicoli provenienti da destra e andando via senza che si rendesse conto di cosa accadeva alle sue spalle, grazie alla sua manovra nonostante avesse lo stop”, ha aggiunto.


Romano Misino Morto Roma Incidente

A piangere la scomparsa di Romano Misino sono tutti i suoi familiari e gli amici e colleghi. I più addolorati sono ovviamente sua moglie e i suoi due figli. Il 51enne prestava servizio al ministero di Grazie e Giustizia. Il sito ‘Il Riformista’ ha anche contattato un nipote di Misino, che ha voluto fare un suo appello a nome della famiglia. Il decesso dell’uomo si è registrato comunque in ospedale, all’interno del ‘San Giovanni’ nella capitale Roma. Era già giunto nel nosocomio in gravissime condizioni.

Queste le parole del nipote di Romano Misino, rilasciate a ‘Il Riformista’: “Ieri era su via Tuscolana con la sua moto per andare al lavoro. Un tassista secondo dei testimoni lì presenti non si è fermato allo stop e mio zio per evitarlo è scivolato dalla moto ed ha colpito un palo. Il tassista non si è fermato, ma ora le autorità con le telecamere della banca di fronte stanno risalendo alla targa”.

Pubblicato il alle ore 16:50 Ultima modifica il alle ore 16:50