Allarme bomba nei pressi dello stadio Olimpico. Artificieri sul posto

Tensione a Roma a poche ore dalla partita tra Italia e Svizzera. Nelle vicinanze dello Stadio Olimpico è scattato l’allarme bomba.  Al momento sono in azione gli artificieri e le unità cinofile, mentre le strade sono tutte bloccate per consentire le operazioni, in corso tra via Tito Speri e via Giuseppe Ferrari. A quanto si apprende l’intervento sarebbe scattato intorno alle 18. A lanciare l’allarme una passante che avrebbe visto un oggetto sospetto all’interno di una Smart parcheggiata in strada. Sul posto anche i Vigili del Fuoco e le ambulanze del 118.

L’Italia di Mancini alla prova Svizzera

A quanto si apprende sembra che dalla Smart fuoriescano dei fili sospetti. Intanto continua a Roma il lento afflusso di persone per la gara tra l’Italia e la Svizzera. Il match, previsto per le 21, sarà seguito da 16mila tifosi sugli spalti. Una Nazionale che piace agli italiani. Oltre il 70% promuove gli Azzurri, dopo la prima partita contro la Turchia. Non solo, il 42% pensano che l’Italia possa vincere gli Europei.

E’ quanto emerge da un sondaggio Emg-Different per Adnkronos. Alla domanda ‘le piace l’Italia di Mancini’, il 13% del campione risponde ‘molto’, il 59% ‘abbastanza’, portando così il totale dei favorevoli al 72%. Appena il 14% di risposte negative: 8% ‘poco’; 6% ‘per nulla’ (14% non indica alcuna preferenza). Tra coloro che giudicano positivamente la Nazionale vista a Roma , prevalgono gli uomini (79%) rispetto alle donne (66%). Nella divisione per classi d’età si nota come tra i favorevoli il dato sale tra gli over 55 (78%), mentre resta in linea con la media per gli under 35 (70%) e per la fascia tra i 35 e i 54 anni (67%).


Alla domanda ‘secondo lei chi vincerà gli Europei’, il 42% del campione risponde Italia. A seguire, molto distanziati, Francia al 15%, Inghilterra al 12%, Belgio al 9%, Germania al 5%, Olanda al 3%, Spagna al 2%, Portogallo all’1% (altro 2%, nessuna indicazione 9%). La seconda gara di oggi a Roma dirà qualcosa in più.

Pubblicato il alle ore 19:18 Ultima modifica il alle ore 19:33