Rissa per una ragazza nella notte, 23enne accoltellato in pieno centro. Le sue condizioni

Roma, tragedia nello storico quartiere San Lorenzo. Scoppia una lite allo scoccare del coprifuoco. Erano le 23 quando a dare l’allarme è stato Valerio Carocci, presidente dell’associazione Piccolo Cinema America. Davanti ai suoi occhi un ragazzo di 23 anni accoltellato in via dello Scalo di San Lorenzo, cuore della movida capitolina. Stando a una prima ricostruzione fornita dagli inquirenti, la lite sarebbe scoppiata per una ragazza.

“Ero in macchina insieme a un amico su via dello Scalo di San Lorenzo  quando abbiamo visto quel ragazzo ferito ci siamo fermati. Ci è sembrato grave e abbiamo chiamato i soccorsi. Poi è arrivata l’ambulanza del 118 e la polizia”, questa la testimonianza di Valerio Carocci. Scatta l’allarme per il 23enne, prontamente soccorso per le gravi ferite riportare in seguito alle coltellate.


L’arrestato è accusato di tentato omicidio ed è stato anche stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e da quanto si apprende su Il Messaggero sarebbe coetaneo della vittima, con diversi precedenti di polizia. Il coltello, secondo le prime ricostruzioni fatte dagli investigatori per risalire ai motivi della lite, sarebbe spuntato durante un litigio provocato da una contesa per una ragazza.

Al contempo il 23enne è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale. Il 23enne versava  in gravi condizioni di salute in seguito all’accoltellamento. Al momento si trova in prognosi riservata al policlinico Umberto I. Una volta raggiunta la struttura ospedaliera, si legge su Il Corriere, la vittima è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico.

E sempre su Il Corriere si apprende che “fino a poco prima sembra che i due fossero stati in alcuni locali del rione molto affollato fin dal tardo pomeriggio come del resto tutte le zone della movida. Non è chiaro se i ragazzi abbiano discusso anche prima di ritrovarsi nel luogo dove è poi stato ferito il giovane”.

“Addio Chiara”. Battuta dal male a 18 anni, la maledizione di famiglia si è accanita contro di lei