Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Rocco Di Nota Morto Incidente

Rocco è morto sul colpo a 41 anni in uno scontro tra due mezzi. Era papà da pochi mesi

  • Italia

Gravissimo incidente stradale sulla Casilina e precisamente a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. Un uomo di 41 anni, molto noto nella sua zona, è morto a seguito di un impatto tremendo. Si chiamava Rocco Di Nota e non ce l’ha fatta a sopravvivere. Fatale lo scontro tra la sua moto e un furgone. Saranno le autorità competenti a stabilire con esattezza cosa sia successo e se ci siano delle responsabilità. Resta per adesso un dolore incredibile nella sua famiglia e nei suoi amici.

Il motociclista Rocco Di Nota lavorava come fotoreporter ed aveva avuto un’enorme gioia solamente pochi mesi fa. Era infatti nato suo figlio. Nel terribile sinistro ha riportato delle ferite il conducente del furgone, che è stato soccorso dal 118 e trasferito all’ospedale ‘Santa Scolastica’ del comune di Cassino. Il 41enne era originario del paese frusinate Roccasecca. Ma ad aumentare ancora di più il dolore è una storia davvero incredibile, che riguarda anche suo fratello, che non c’è più e che era morta in simili circostanze.

Rocco Di Nota Morto Incidente Frosinone Casilina


Diciannove anni fa il fratello di Rocco Di Nota, che si chiamava Mirko, era deceduto proprio per colpa di un incidente con la moto. Dopo essere stato soccorso e in seguito alla constatazione del suo decesso, il corpo del fotoreporter è stato portato al ‘Santa Scolastica’, dove è stato posizionato all’interno dell’obitorio del nosocomio laziale. L’esame autoptico chiarirà tutti i punti, ma ciò che finora è emerso è che l’incidente sia avvenuto in una parte di strada che era ritenuta molto rischiosa.

Rocco Di Nota Morto Incidente Casilina Piedimonte San Germano

L’autopsia è stata richiesta, come riferisce ‘FrosinoneToday’, dal magistrato della procura di Cassino, Roberto Bulgarini Nomi. La sua morte è avvenuta sul colpo, quindi l’impatto del suo mezzo a due ruote contro il furgone è stato subito fatale. Per mettere in sicurezza l’area era disposta la chiusura momentanea del tratto coinvolto. L’episodio si è verificato esattamente nella mattinata di sabato 19 febbraio, quando le lancette dell’orologio stavano per raggiungere precisamente le ore 12.

Un altro grave incidente si era verificato nelle ultime ore anche sull’autostrada all’uscita per Varese. Nella notte tra giovedì 17 e venerdì 18 febbraio, intorno alle 2, un uomo di 43 anni è andato a sbattere con la sua Matiz. Secondo la ricostruzione l’automobile, dopo un testacoda, si è schiantata contro una barriera laterale. Il conducente ha ripreso a guidare, ma stavolta contromano e ha proseguito fino a quando non ha avuto un altro incidente.